HOME PAGE

NOVITÀ

photo

[MARIALBA RUSSO]
[CULT FICTION]
[Con un saggio di Goffredo Fofi]

La “mutazione” degli anni settanta ha visto da parte del potere (alto e basso, e non solo cinematografico) la rappresentazione esplicita delle attività sessuali come un nuovo mercato, e di conseguenza la liberazione sessuale sognata e teorizzata dalla parte più libera dei movimenti degli studenti perse rapidamente le sue sacrosante connotazioni libertarie, e il “sistema” se ne servì per recuperare le antiche “volgarità”, tenute sino allora nascoste negli enfers delle biblioteche nazionali. Questa mutazione fu certamente più radicale e più grave di quella del “miracolo economico”, che ebbe nel cinema le sue prime libertà nella rappresentazione dei corpi in film esotico-turistici, innocui e soft.
Sì, è vero, e Pasolini ne fu pienamente cosciente, il Decameron, come si disse allora in certi ambienti, “sdoganò il cazzo” e la simulazione dell'atto sessuale sullo schermo. Il passaggio verso il porno fu però aperto da quel film e dalla serie dei finti Boccaccio cui diede vita; il salto nel porno vero e proprio non tardò ad arrivare, e tante sale cinematografiche, prima di diventare garage o mercati, ospitarono per molti anni i film “a luci rosse”. (Le luci rosse caratterizzavano i lampioni sulla porta dei bordelli, la differenza con quelle dei film è che in quelle sale si faceva raramente sesso con dei partner, ci si andava per masturbarsi – e il cinema vi figurava come esaltazione di una sua natura non secondaria, quella voyeuristica.) Su questi anni, dal punto di vista del costume si è indagato assai poco, pochi storici si sono spinti al massimo a prendere in considerazione materiali sino allora trascurati (canzonette, spettacoli televisivi), accennando molto superficialmente a una mutazione del costume e nella mentalità che fu invece radicale e che ha lasciato un gran segno, aprendo a nuove e più aberranti mutazioni quali quelle che hanno portato al dominio della tecnologia e della finta comunicazione. E alla morte del cinema, come fenomeno culturale di massa, arte popolare per eccellenza tra gli anni Venti e i Sessanta del secolo scorso, e arte per eccellenza di quel secolo insieme alla fotografia.
Franca Faldini e io che qui scrivo, tentammo tra gli anni Settanta e Ottanta, di raccontare anche quest'esplosione e rivendicazione del “basso”, raccogliendo il punto di vista di chi ha girato – prodotto, diretto, interpretato – i film i cui manifesti con ostinata curiosità e spirito “collezionistico” Marialba Russo ha fotografato nel 1978. Ella ha forse inventato o perfezionato in questo modo quasi un nuovo genere nella storia della fotografia, sconfinando nell'antropologia e nella storia dell' “arte povera” (e rozza, e brutta) sollecitata dai nuovi costumi. Quelle testimonianze colgono ancora due tensioni che il materiale raccolto da Marialba Russo ci conferma, e che riguardano la storia del cinema quanto la storia della cultura popolare in un momento in cui andavano entrambe esplodendo. La prima: gli anni Settanta mostrarono l'esplosione di una vitalità ormai perversa, ma pur sempre tale, nella storia della cultura popolare. La seconda: si aprì la strada al nostro cupo presente, un presente senza utopia – sostituendo alla creatività dal basso la manipolazione, vicina alla perfezione, messa in atto dall'alto.
È bene evitare le lamentazioni sulla condizione attuale delle arti, una condizione in cui boccheggiano e trovano vita e calore solo in una marginalità che sa di ghetto e condanna e non di apertura a tempi migliori. In Italia, è ancora una volta il cinema a offrire motivi di soddisfazione, e se non di speranza, esempi di proficua resistenza, mentre la letteratura e il teatro, meno difficili da affrontare per il singolo o per dei gruppi, non vanno oltre la dimostrazione di un narcisismo condizionato e puerile. E la fotografia oscilla tra una dilatazione mostruosa e (disgustosamente) “democratica” davvero “di massa”, e così di massa che più di massa non si può, e il disprezzo evidente nell'uso che ne fanno i media, e infine la museificazione delle opere di chi resiste e sa ancora vedere e, di conseguenza, immaginare. Il cinema documentato da Marialba Russo fa parte di questa storia di trasformazioni, di estrema, ultima, e anche mostruosa vitalità.
– Alcuni brani estrapolati dal testo introduttivo di Goffredo Fofi.

Con un saggio di Goffredo Fofi, graphic design Emiliano Biondelli, tiratura 200 copie, testi italiano/inglese

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2018
PAGINE > 88
IMMAGINI > 126
FORMATO > 22,2 x 28 cm
PREZZO > 30 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-16-7
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[Aa.Vv.]
[AVRO' SEMPRE VENT'ANNI 1968 - 2018]
[6° edizione del Premio Cramum, a cura di Sabino Maria Frassà]

Saggio che indaga il significato dell'essere giovani oggi, a 50 anni dai moti studenteschi del 1968 e dalla morte di Lucio Fontana. Il volume è un "libro illustrato per adulti" che accosta alle riflessioni di Eugenio Borgna, Raffaella Ferrari, Stefano Ferrari, Sabino Maria Frassà, Chiara Saraceno, Nicla Vassallo le opere d'arte contemporanea tratte dalla mostra "Avevo 20 anni". Le opere riprese nel volume sono di Ivan Barlafante, Yuting Cheng, Alberto di Fabio, Francesco Fossati, Marta Galbusera, Daesung Lee, Giulia Manfredi, Franco Mazzucchelli, Ryts Monet, Marcello Morandini, MariaTeresa Ortoleva, Noa Pane, Francesca Piovesan, Diego Randazzo, Marika Ricchi, Zheng Rogn.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2018
PAGINE > 76
IMMAGINI > 23
FORMATO > 15 x 21 cm
PREZZO > 14 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[Aa.Vv.]
[CENTRALE]
[La fotografia di ricerca in Italia]

La ricerca fotografica è una questione “Centrale” e lo è prima di tutto da un punto di vista metodologico. La ricerca deve essere al centro del discorso sulla fotografia contemporanea, perché è lo specchio della vitalità e delle spinte innovatrici di un mezzo espressivo oggi più vivo che mai. È l’indagine sul contemporaneo che permette di riattivare il passato e da qui ripartire per costruire il presente e proiettare il futuro.
(Dal testo in catalogo di Luca Panaro)

Questo fotolibro, riccamente illustrato, riunisce ventitré artisti invitati, nell’ultimo decennio, a fare il punto sulla ricerca fotografica italiana. Dai precursori del passato, via via fino ai nostri giorni attraverso gli autori che hanno indagato la sperimentazione sul linguaggio fotografico nel nostro Paese.
Opere di Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Fabrizio Bellomo, Botto e Bruno, Giuseppe Cavalli, Daniela Comani, Matteo Cremonesi, Mario Cresci, Luigi Crocenzi, Cuoghi Corsello, Paola De Pietri, Paola Di Bello, Andrea Galvani, Mario Giacomelli, Robert Gligorov, Adrian Paci, Fabio Sandri, Alessandra Spranzi, Davide Tranchina, Franco Vaccari, Paolo Ventura.

A cura di Luca Panaro e Marcello Sparaventi, progetto grafico di Elisabetta Duchi.

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2018
PAGINE > 112
IMMAGINI > 107
FORMATO > 21x27 cm
PREZZO > 25 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-32-7
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[LUCA PANARO]
[DIALOGHI BREVI]
[Postfazione di Franco Vaccari]

"La critica in Italia fondamentalmente non esiste". Forse bisognerebbe dire che in Italia non esiste neanche una critica capace di assolvere la funzione di garante per il mercato in quanto il poco esistente continua a servirsi dei soliti tromboni che ripetono fino alla nausea formule stantie. Quello che si avverte leggendo queste interviste, è che ci sono invece grandi potenzialità che fanno fatica a passare dalla virtualità alla realtà anche perché serpeggia l'idea che l'unico arbitro del reale sia un mercato dilettantesco. Icastico come al solito, Luca Panaro dice: "Siamo tutti presi a cercare il pelo nelluovo. Ma una volta trovato il pelo cosa rimane? Non rimane niente, l'uovo è ormai marcio. Quel niente che i giovani sentono sulle loro spalle come un macigno".
Dalla postfazione di Franco Vaccari.

Dialoghi con: Marco Samorè, Robert Gligorov, Betty Bee, Fulvio Chimento, Claudia Santeroni, Monica Carrozzi, Fabrizio Bellomo, Carlo Zanni, Pierpaolo Ferrari, Luca Andreoni, Cuoghi Corsello, Silvia Camporesi, Sara Emma Cervo, Fabio Sandri, Paola Di Bello, Emiliano Biondelli & Valentina Venturi.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2018
PAGINE > 96
IMMAGINI >
FORMATO > 12 x 18,5 cm
PREZZO > 18 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-30-3
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[JACOPO BENASSI]
[MISS Q LEE]
[Con un testo di Luca Panaro]

La macchina fotografica è uno strumento di relazione. Tra il 2000 e il 2011 Jacopo Benassi instaura un rapporto di amicizia e collaborazione con Gianluca Petriccione che favorisce la nascita del personaggio Miss Q Lee, ispirato al manga erotico di Haruki Innui. Un'identità fittizia e al tempo stesso reale, nata in seno alla musica punk, alla performance, agli ambienti Queer di Berlino e Milano.
Fotolibro in brossura cucita, tirato in 160 copie.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2018
PAGINE > 64
IMMAGINI > 47
FORMATO > 15 x 21 cm
PREZZO > 24 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-28-0
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[Manuela Mazza]
[LA DANZA DELLE GRU]
[Γέρανος]

Poiché la gru svetta ad altezze spesso impressionanti, essa viene facilmente a coincidere con uno sguardo onnisciente, l’autrice delle fotografie di questo volume preferisce però assumere un punto di vista dal basso, il punto di vista di chi cammina lungo le vie, di chi abita e vive la città. La maggior parte delle foto sono scattate dal livello della strada e guardano verso l’alto alle gru. In questo modo la fotografia abdica a qualsiasi pretesa conoscitiva dello spazio che la circonda e si costituisce piuttosto come richiesta di una spiegazione del mondo rivolta alla tecnica. Siamo lontani dalla visione stradale di Atget, un’elegia malinconica verso il passato che scompare, così come siamo lontani dalle indagini sociologiche che hanno caratterizzato gli ultimi quarant’anni di fotografia, intessendo la spasmodica ricerca di una nuova etica dello sguardo. Non appare quindi forzato vedere in questo sguardo che dal basso va verso l’alto una invocazione alla conoscenza, proprio attraverso l’attenzione rivolta alle gru, macchinari preposti al rinnovamento e dotati di una posizione privilegiata che permette loro di dominare la città stessa.
Strutture provvisorie, sempre in procinto di migrare, spostandosi da un luogo all’altro della città le gru di Manuela Mazza sembrano l’ultimo appiglio che nel mondo moderno è rimasto per chi volesse provare a capire il senso della contemporaneità. Quasi una preghiera laica, una fede razionale nell’ingegno e nell’ingegneria degli uomini, costruttori e guide al tempo stesso delle macchine che costruiscono e guidano il nostro presente.
Dal testo in catalogo di Angelo Desole

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2018
PAGINE > 60
IMMAGINI > 74
FORMATO > 19x26 cm
PREZZO > 20 euro
CODICE ISBN > 978-88-9939-01-15
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[NINO MIGLIORI]
[LUMEN
La Cappella dei Pianeti e dello Zodiaco nel Tempio Malatestiano]
[a cura di Roberto Maggiori]

Nino Migliori fotografa dal 2006 sculture e bassorilievi gotici e rinascimentali, testimonianze di storie lontane, eppure fruite quotidianamente nelle numerose città che ospitano i tanti capolavori presenti nel Bel Paese. Opere dal linguaggio sempre più sfuggente ai nostri giorni, pervasi da una connettività caleidoscopica e chiassosa, dalla produzione, così come dal consumo, immediati. I lavori su cui posa lo sguardo Migliori esprimono significati apparentemente lontani e spesso indigesti alla “cultura fast", si tratta infatti di opere senza cromie, dalla meditata realizzazione (e fruizione), immobili, che appaiono spesso agli occhi delle giovani generazioni noiosamente austere, nonostante la complessità e l’anticonformismo che ogni capolavoro naturalmente incarna. L’esperienza possibile oggi di fronte a questi monumenti è inoltre radicalmente diversa da quella esperita originariamente dopo il crepuscolo, date le pervasive condizioni di illuminazione con cui sono offerte al pubblico queste sculture.
In questo nuovo capitolo Migliori riprende l'affascinante simbologia misterico/esoterica dei bassorilievi di Agostino di Duccio, voluti da Sigismondo Malatesta per la Cappella dei Pianeti e dello Zodiaco realizzati nella Cattedrale di Rimini. Nino Migliori riscopre così un linguaggio muto attraverso modalità operative minimali: l’essenzialità di un’inquadratura frontale e la semplice luce di un paio di candele, un modo per riproporre le opere così come erano percepite dopo il tramonto dagli autori, e dalla cultura coeva che le ha generate, in primis quella Prisca Theologia o Philosophia Perennis a cui Sigismondo si era ispirato nel progettare il Tempio.

Copertina rigida in cartonato, testi di Roberto Maggiori, Moreno Neri e Massimo Pulini.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 100
IMMAGINI > 42
FORMATO > 24,5x32,8 cm
PREZZO > 32 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-19-8
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[Marco Giovanni Miré]
[MANUALE DELL'ESSERE VOL I]
[I sensi e la percezione]

Divertente libro illustrato sui funzionamento dei cinque sensi e della percezione, adatto a bambini e ragazzi di 10-13 anni.
Testi introduttivi del filosofo Massimo Donà e dello storico della fotografia Italo Zannier.
Copertina rigida in cartonato, il libro è disponibile in due diverse edizioni: in italiano o inglese.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 48
IMMAGINI > 83
FORMATO > 30,5x21,8 cm
PREZZO > 18 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-23-5
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[Aa.Vv.]
[OLTRE I LUOGHI]
[Tra descrizione e narratività]

Oltre i luoghi, ideato da Silverbook Produzioni, arriva venticinque anni dopo Altri luoghi collettiva, e relativo catalogo, a suo tempo incentrati sulla “documentazione” del paesaggio quotidiano, quel paesaggio raccontato senza enfasi, con uno stile divenuto oggi un “classico”, un linguaggio visivo sedimentatosi nella memoria storica italiana a partire dagli anni Ottanta del Novecento, ma con precursori internazionali ben precedenti.
Alla soglia del 2018 è forse arrivato il momento per i fotografi del nostro Paese di valutare altri percorsi e tentare nuove ricerche per sganciarsi da clichè ormai esauriti. Dopo lunghi decenni in cui il linguaggio “canonico”, orientato sul paesaggio, è sembrato incapace di farsi altro, questo fotolibro sottolinea l’urgenza di andare oltre.
In Oltre i luoghi sono riuniti gli autori storicizzati degli Altri luoghi con alcuni fotografi emergenti impegnati nella ricerca di una forma di rinnovamento.

Testi di: Roberta Valtorta, Giampaolo Proni e Silverbook Produzioni.
Fotografie di: Cesare Ballardini, Michele Buda, Gianni Gori, Guido Guidi, Daniele Lisi, Piero Delucca, Flavio Marchetti, Giulia Marchi, Luca Nostri, Emanuela Palazzi, Francesco Raffaelli, Gloria Salvatori, Romano Sanchini, Giovanni Zaffagnini.
Progetto grafico: Ilaria Montanari.


© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 150
IMMAGINI > 140
FORMATO > 24x30 cm
PREZZO > 28 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-25-9
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[AMALIA DEL PONTE]
[ONDE LUNGHE E BREVISSIME]
[Testi di: John Arioni, Elenora Fiorani, Maria Fratelli, Anna Maria Montaldo, Iolanda Ratti]

Volume ampiamente illustrato sulla doppia personale recentemente allestita presso il Museo del Novecento e allo Studio Francesco Messina di Milano. Una retrospettiva storica approfondita dell'artista milanese.
Progetto grafico di Emiliano Biondelli.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 80
IMMAGINI > 40
FORMATO > 14,5 x 21 cm
PREZZO > 16 euro
CODICE ISBN > 9788899390129
DISTRIBUTORE > acquista on line

photo

[LIUBA]
[PERFORMANCE OBJECTS]
[Con un testo di Luca Panaro]

Venti oggetti utilizzati dall’artista LIUBA per compiere alcune delle sue performance. Molto distanti dall’essere banali frammenti del quotidiano, le fotografie ce li mostrano nella loro concretezza, attraverso specificità formali e cromatiche. La loro funzione d’uso passa in secondo piano rispetto alle memorie che contengono. Le azioni di cui sono stati protagonisti, infatti, li hanno modificati e usurati, in alcuni casi più lievemente, in altri alterandone definitivamente la struttura. Sono oggetti curiosi, talvolta insoliti, accostati fra loro in maniera arbitraria in una successione che solletica la nostra curiosità fino alle ultime pagine del libro, con le quali ci viene rivelata la loro collocazione all’interno delle singole performance. Invece che di “oggetti”, è più corretto parlare di “cose”, imperfette ma cariche di un vissuto importante da trasmettere. Sono depositi fisici di significato, ancora in grado di detonare il vissuto artistico pregresso del quale si fanno portavoci.
Testi di Liuba e Luca Panaro, tiratura di 200 copie numerate e firmate, copertina rigida.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 76
IMMAGINI > 94
FORMATO > 20,5 x 25,3 cm
PREZZO > 35 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-31-0
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[Aa.Vv.]
[SUL CONFINE, ON THE EDGE]
[5° edizione del Premio Cramum, a cura di Sabino Maria Frassà]

Saggio illustrato, a colori, che propone una riflessione sul concetto di limite nell'arte contemporanea.
Testi di Eugenio Borgna, Nicla Vassallo, Sabino Maria Frassà, Stefano Ferrari e Raffaella Ferrari.
Opere d'arte contemporanea di Magdalena Abakanowicz, Zolt Asta, Alessio Barchitta, Ivan Barlafante, Carlo Benvenuto, Alessandro Boezio, Francesco Casolari, Laura de Santillana, Matteo Fato, Andrea Fiorino, Daniele Fissore, Ivan Grubanov, Marco La Rocca, H.H. Lim, Franco Mazzucchelli, Dario Picariello, Pamela Pintus, Francesca Piovesan, Diego Randazzo, Daniele Salvalai, Sally Viganò.
CRAMUM è una parola latina che significa “crema”, “la parte migliore”. Progetto non profit che sostiene iniziative artistiche e culturali in Italia e all’estero. Progetto principale dal 2012 è il Premio cramum, nato per essere un talent-program per i migliori giovani artisti in Italia. Ogni anno il premio mette al fianco dei giovani artisti finalisti artisti di fama internazionale, intellettuali, curatori, collezionisti e giornalisti. Dal 2014 Sabino Maria Frassà è il Direttore Artistico.
Testi bilingue italiano/inglese.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 64
IMMAGINI > 26
FORMATO > 15x21 cm
PREZZO > 15 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-14-3
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[Marco Dapinio]
[UNSUNG HEROS]

Estratto dal testo in catalogo di Francesco Spampinato
Oggetto frequente di disambiguazione, il termine “hero” non si riferisce solo a una persona coraggiosa o dal carattere nobile, che si sacrifica per il bene comune, ma è anche il modo in cui a New York City è chiamato in gergo un tipo di panino poderosamente imbottito. Sull’ambiguità tra “eroi” (heroes) e “panini” (heros) gioca ironicamente l’adesivo sul parabrezza di un’automobile fotografata da Dapino.
L’epopea tutta Americana della strada e dell’automobile, cantata da scrittori, musicisti, cineasti e artisti visivi, stride sempre più con quello che l’America sta diventando. Non deve stupire allora l’incontro con un lama, camelide notoriamente sudamericano, tra i quintessenziali quadrupedi del Nord Ovest, i cavalli, così come indossare indumenti made in Korea o consumare “heros” prodotti su scala industriale da uno degli oltre 26K Subway degli Stati Uniti.
In questo scenario in via di trasformazione le automobili, e ancor più il modo in cui vengono utilizzate, sono il sintomo che qualcosa non è mai cambiato, ovvero quel rapporto di proporzione tra il corpo umano e l’immenso spazio circostante che fa delle strade del West americano non tanto percorsi da attraversare quanto un insieme di punti su cui sostare.

Fotolibro d'artista con sovracoperta, tirato in 200 copie numerate e firmate dall'autore.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 56
IMMAGINI > 41
FORMATO > 20x25 cm
PREZZO > 25 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ANIELLO BARONE]
[INCIPIT]
[Con un testo di Sergio Giusti]

Aniello Barone ha fotografato gli oggetti che accompagnavano gli orfani abbandonati, poi finiti presso la Real Casa Santa dell'Annunziata di Napoli, berotrofio in cui sono archiviate le “cartule” cucite, i rosari, le mezze medaglie e quant'altro lasciato dalla madre come segno distintivo, e unica dote, per il neonato.

“Il lavoro fotografico di Aniello Barone, presentandoci la circostanza del suo incontro con questa sorta di reliquie di vite vissute sotto forma di frammenti, senza la pretesa di ordinarli o analizzarli, si colloca sul versante di una scrittura che rifugge la codificazione. Cerca di offrirli alla nostra vista con i toni ricchi e non esasperati della descrizione, che diventa anche discrezione.”
Dal testo introduttivo di Sergio Giusti

Fotolibro rilegato a mano, stampato in bianco e nero su carta Fedrigoni Tintoretto Gesso con inserti Burano Grigio Pietra. Copertina Fedrigoni Sirio Antracite da 350 gr. serigrafata. Tiratura di 120 copie numerate e firmate, di cui 20 su cofanetto contenente una fotografia firmata. Graphic design: Emiliano Biondelli.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 46
IMMAGINI > 20
FORMATO > 25x15,7 cm
PREZZO > 29 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-10-5
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[NINO MIGLIORI]
[LUMEN]
[A cura di Graziano Campanini]

Catalogo dell'omonima personale di Nino Migliori, curata da Graziano Campanini, dedicata a "Il Compianto sul Cristo morto" di Niccolò dell'Arca, fotografato a lume di candela. Un ulteriore tassello che si aggiunge alla serie "Lumen" che Migliori sviluppa dal 2006 fotografando al buio monumenti medievali e rinascimentali immersi in chiaroscuri generati dall'orientamento della luce di una o più candele. Da sempre grande sperimentatore di materiali e linguaggi fotografici, Migliori ha prodotto negli ultimi due anni di lavoro, questo “capitolo bolognese”, riassunto in 34 fotografie in bianco e nero, inedite.
Testi di Graziano Campanini e Eugenio Riccomini. Copertina rigida, tiratura 700 copie.
Fotolibro vincitore del Premio Hemingway 2017

Di questa serie abbiamo precedentemente pubblicato lo "Zooforo immaginato" dedicato al Battistero parmense dell'Antelami.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 104
IMMAGINI > 44
FORMATO > 24,5x32,8 cm
PREZZO > 35 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-03-7
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[4X4 ARCHITETTURE]
[Fotografie di Guido Guidi, Mariano Andreani, Michele Buda, Prosdocimo Terrassan]

Quattro fotografi riprendono quattro grandi architetti. Mariano Andreani fotografa il lavoro di Alvar Aalto; Michele Buda indaga il lavoro di Alvaro Siza; Guido Guidi si è occupato di Mies Van Der Rohe; Prosdocimo Terassan dell'architettura di Carlo Scarpa. Otto pagine per ogni fotografo, stampate a colori in offset con vernice selettiva. Quattro fascicoli rilegati con punto metallico, il tutto in una cartella stampata a un colore.
Tiratura di 250 copie

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 32
IMMAGINI > 28
FORMATO > 24 x 30,5 cm
PREZZO > 24 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-09-9
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE