HOME PAGE

CATALOGO

photo

[Marco Dapinio]
[UNSUNG HEROS]

Estratto dal testo in catalogo di Francesco Spampinato
Oggetto frequente di disambiguazione, il termine “hero” non si riferisce solo a una persona coraggiosa o dal carattere nobile, che si sacrifica per il bene comune, ma è anche il modo in cui a New York City è chiamato in gergo un tipo di panino poderosamente imbottito. Sull’ambiguità tra “eroi” (heroes) e “panini” (heros) gioca ironicamente l’adesivo sul parabrezza di un’automobile fotografata da Dapino.
L’epopea tutta Americana della strada e dell’automobile, cantata da scrittori, musicisti, cineasti e artisti visivi, stride sempre più con quello che l’America sta diventando. Non deve stupire allora l’incontro con un lama, camelide notoriamente sudamericano, tra i quintessenziali quadrupedi del Nord Ovest, i cavalli, così come indossare indumenti made in Korea o consumare “heros” prodotti su scala industriale da uno degli oltre 26K Subway degli Stati Uniti.
In questo scenario in via di trasformazione le automobili, e ancor più il modo in cui vengono utilizzate, sono il sintomo che qualcosa non è mai cambiato, ovvero quel rapporto di proporzione tra il corpo umano e l’immenso spazio circostante che fa delle strade del West americano non tanto percorsi da attraversare quanto un insieme di punti su cui sostare.

Fotolibro d'artista con sovracoperta, tirato in 200 copie numerate e firmate dall'autore.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 56
IMMAGINI > 41
FORMATO > 20x25 cm
PREZZO > 25 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ANIELLO BARONE]
[INCIPIT]
[Con un testo di Sergio Giusti]

Aniello Barone ha fotografato gli oggetti che accompagnavano gli orfani abbandonati, poi finiti presso la Real Casa Santa dell'Annunziata di Napoli, berotrofio in cui sono archiviate le “cartule” cucite, i rosari, le mezze medaglie e quant'altro lasciato dalla madre come segno distintivo, e unica dote, per il neonato.

“Il lavoro fotografico di Aniello Barone, presentandoci la circostanza del suo incontro con questa sorta di reliquie di vite vissute sotto forma di frammenti, senza la pretesa di ordinarli o analizzarli, si colloca sul versante di una scrittura che rifugge la codificazione. Cerca di offrirli alla nostra vista con i toni ricchi e non esasperati della descrizione, che diventa anche discrezione.”
Dal testo introduttivo di Sergio Giusti

Fotolibro rilegato a mano, stampato in bianco e nero su carta Fedrigoni Tintoretto Gesso con inserti Burano Grigio Pietra. Copertina Fedrigoni Sirio Antracite da 350 gr. serigrafata. Tiratura di 120 copie numerate e firmate, di cui 20 su cofanetto contenente una fotografia firmata. Graphic design: Emiliano Biondelli.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 46
IMMAGINI > 20
FORMATO > 25x15,7 cm
PREZZO > 29 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-10-5
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[NINO MIGLIORI]
[LUMEN]
[A cura di Graziano Campanini]

Catalogo dell'omonima personale di Nino Migliori, curata da Graziano Campanini, dedicata a "Il Compianto sul Cristo morto" di Niccolò dell'Arca, fotografato a lume di candela. Un ulteriore tassello che si aggiunge alla serie "Lumen" che Migliori sviluppa dal 2006 fotografando al buio monumenti medievali e rinascimentali immersi in chiaroscuri generati dall'orientamento della luce di una o più candele. Da sempre grande sperimentatore di materiali e linguaggi fotografici, Migliori ha prodotto negli ultimi due anni di lavoro, questo “capitolo bolognese”, riassunto in 34 fotografie in bianco e nero, inedite.
Testi di Graziano Campanini e Eugenio Riccomini. Copertina rigida, tiratura 700 copie.
Fotolibro vincitore del Premio Hemingway 2017

Di questa serie abbiamo precedentemente pubblicato lo "Zooforo immaginato" dedicato al Battistero parmense dell'Antelami.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2017
PAGINE > 104
IMMAGINI > 44
FORMATO > 24,5x32,8 cm
PREZZO > 35 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-03-7
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[H. H. LIM]
[APETTANDO L'ISPIRAZIONE]
[A cura di Sabino Maria Frassà]

Artwork curato da Sabino Maria Frassà in collaborazione con il graphic designer Emiliano Biondelli. Il lavoro presentato è l'ultimo progetto di H. H. Lim realizzato al Museo Francesco Messina grazie all’impegno di CRAMUM, da anni impegnata nel supporto alle eccellenze culturali e artistiche in Italia. Attraverso le sue installazioni, l'autore, insieme al curatore, si è interrogato sul ruolo e sulla funzione dell’artista, della cultura e dell’arte contemporanea nella nostra società.
Testi di Sabino Maria Frassà e Maria Fratelli, tiratura limitata a 200 esemplari.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 58
IMMAGINI > 25
FORMATO > 21x29,8 cm
PREZZO > 30 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-06-8
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[LAURA DE SANTILLANA]
[I FEDELI]
[A cura di Sabino Maria Frassà]

Artwork curato da Sabino Maria Frassà in collaborazione con il graphic designer Emiliano Biondelli. Il lavoro presentato è l'ultimo progetto di Laura de Santillana realizzato al Museo Francesco Messina grazie all’impegno di CRAMUM, da anni impegnata nel supporto alle eccellenze culturali e artistiche in Italia. Attraverso le sue installazioni, l'autrice, insieme al curatore, si è interrogata sul ruolo e sulla funzione dell’artista, della cultura e dell’arte contemporanea nella nostra società.
Testi di Sabino Maria Frassà e Maria Fratelli, tiratura limitata a 200 esemplari.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 32
IMMAGINI > 8
FORMATO > 21x29,8 cm
PREZZO > 30 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-11-2
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[4X4 ARCHITETTURE]
[Fotografie di Guido Guidi, Mariano Andreani, Michele Buda, Prosdocimo Terrassan]

Quattro fotografi riprendono quattro grandi architetti. Mariano Andreani fotografa il lavoro di Alvar Aalto; Michele Buda indaga il lavoro di Alvaro Siza; Guido Guidi si è occupato di Mies Van Der Rohe; Prosdocimo Terassan dell'architettura di Carlo Scarpa. Otto pagine per ogni fotografo, stampate a colori in offset con vernice selettiva. Quattro fascicoli rilegati con punto metallico, il tutto in una cartella stampata a un colore.
Tiratura di 250 copie

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 32
IMMAGINI > 28
FORMATO > 24 x 30,5 cm
PREZZO > 24 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-09-9
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ITALO ZANNIER]
[UNA CASA E' UNA CASA]
[Edilizia tradizionale nelle prealpi pordenonesi. Con un testo di Elio Bartolini]

Riproduzione in copia anastatica del noto volume con numerose fotografie del territorio friulano eseguite da Italo Zannier prima del sisma del 1976. Un territorio dunque profondamente diverso da quello attuale, con architetture e interni d’abitazioni che appartengono per lo più alla memoria storica. Il volume, edito nel 1971, con un testo di Elio Bartolini e un'originale e innovatrice veste grafica realizzata dallo stesso Zannier, è dunque una testimonianza e al tempo stesso un racconto d’autore sul paesaggio e sull’edilizia spontanea di questa peculiare area geografica, una testimonianza finalmente disponibile tra gli scaffali delle librerie dopo 45 anni dalla prima edizione, quasi subito esaurita e da tempo introvabile. In allegato un fascicolo di 12 pagine con alcune fotografie riprese da Zannier quest’anno.

La ristampa, fedele all'originale anche nella resa tipografica "vintage", è su carta Garda Kiara da 135 g. per l'interno e da 115 g. per la sovracoperta, sostenuta da una copertina Fedrigoni Sirio Lampone. Tiratura 800 copie.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 144
IMMAGINI > 172 B/N
FORMATO > 24x28 cm
PREZZO > 35 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-05-1
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ROBERTO MAGGIORI]
[NINO MIGLIORI]
[Settant'anni di fotografia e arti visive]

I sette decenni di sperimentazioni di Nino Migliori non hanno mai cessato di interrogare il senso del fotografico. In una profonda consonanza con i fenomeni maggiormente rilevanti del secolo relativi alle vicende più generali dell’arte contemporanea, il grande fotografo emiliano non ha solo partecipato alle ridefinizioni dei paradigmi susseguitisi dai realismi alle tendenze informali o dal concettuale alla deriva tecnologica, ma ha mantenuto una costante attenzione alle implicazioni di quella che non è solo una disciplina, ma una pratica diffusa che investe l’uomo e la sua capacità di figurare il mondo. La presente pubblicazione costituisce un’importante segnavia nelle molte diramazioni aperte dallo spirito curioso e dall’intelligenza di un tale maestro di “icononautica” che ci fa esorbitare dall’appagamento della visione per riconoscere il valore dei materiali, dei gesti, dei comportamenti per un’etica dell’immagine di cui occorre prendere coscienza. Migliori fa della fotografia il risultato di esperienze e conoscenze che si rivelano tra le righe di un testo scientificamente accorto e al contempo “intimo” come questo di Roberto Maggiori, impegnato in un’interpretazione e una testimonianza di un fare che continua a riguardarci nel sorprendente uso, spesso irrituale, ma sempre magistralmente creativo, dell’obiettivo fotografico.
Dalla prefazione di Gianfranco Maraniello

Il volume, con numerose illustrazioni in B/N e colore, tratta il multiforme percorso del fotografo bolognese e, più in generale, lo sviluppo della fotografia nell'alveo delle arti visive dell'ultimo secolo, si accenna inoltre al rapporto intessuto con il cinema, la pittura, la letteratura, l'editoria... Progetto grafico a cura di blisterZine, stampa su carta Stucco Old Mill da 120 gr., tiratura di 250 copie numerate.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 132
IMMAGINI > 40
FORMATO > 13,4 x 20,5 cm
PREZZO > 21 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-07-5
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[M. T. Feraboli, M. De Giorgi, V. Marchetti, L. Meneghetti, M. Fratelli.]
[UMANESIMO CONTEMPORANEO]

Gli archivi di Gregotti - Meneghetti - Stoppino e della Gregotti Associati conservati presso il CASVA di Milano. Volume a cura di Maria Teresa Feraboli, graphic design di Emiliano Biondelli - blisterZine.

© EDITRICE QUINLAN - CASVA

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 140
IMMAGINI > 92
FORMATO > 16,5x23,5 cm
PREZZO > 15 euro
CODICE ISBN > 9788899390136
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[MARIANO ANDREANI]
[TOPOGRAFIE]

Non esiste una relazione ovvia, un richiamo perfettamente correlato tra le informazioni presenti su un documento cartografico e l’elaborazione fotografica di un territorio. Il lavoro di Mariano Andreani è consapevole che la descrizione di un territorio si articola attraverso la fotografia come dispositivo di indagine autonomo poiché abile a rivelare, ma non per questo sostitutivo delle altre rappresentazioni grafiche. Le sequenze fotografiche costituiscono, proprio nel criterio di successione che le lega, un’altra narrazione del territorio possibile per progressioni e relazioni. L’indagine fotografica supera la distinzione tra documentazione e rappresentazione di un territorio, diviene nuova topografia, essa svela anche l’immateriale, i significati, le pratiche umane, l’identità, in questo caso, dell'area centrale veneta.
- dal testo di Sara Cipolletti

Fotografie di Mariano Andreani, testi di Sara Cipolletti e Mariano Andreani. Tiratura di 120 copie.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 44
IMMAGINI > 34
FORMATO > 31 x 22,7 cm
PREZZO > 18 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-01-3
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ITALO ZANNIER]
[VERSO L'INVISIBILE]
[La fotografia, tra eventi, invenzioni e scoperte nel XIX° secolo]

Dai primi anni dell’Ottocento, fino all’inizio del Novecento, si espande in modo formidabile la tecnologia, sempre più moderna, meccanica, rapida ed economica. In questo clima nasce anche la fotografia, che affluisce, spesso favorendola, in una corrente in piena di scoperte scientifico-tecnologiche, mai vista prima, in grado di rivoluzionare la modernità e porre le basi della civiltà contemporanea.
Italo Zannier mescola queste vicende con la logica dei vasi comunicanti, collocando la fotografia in relazione con tutte le principali invenzioni coeve, con esperimenti, esplorazioni, innovazioni, fenomeni e personaggi oggi trascurati, senza i quali si va dissolvendo la coscienza della contemporaneità e si indeboliscono le fondamenta dell’immaginario su cui costruire il futuro.
Con questo agile e scorrevole saggio Zannier trova finalmente il modo di ripercorrere piacevolmente le principali conquiste della nascente fotografia e della tecnologia tutt’ora in espansione, attraverso aneddoti, curiosità, ed eventi storici in gran parte inediti in Italia. - R. M.

Introduzione di Vittorio Sgarbi, tiratura 300 copie numerate.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 168
IMMAGINI > 32
FORMATO > 12 x 18,5 cm
PREZZO > 21 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-08-2
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[MARCELLO GALVANI]
[LA MOLLA E' UN MOTORE]
[La meccanica di Bruno Ricci Bitti]

Nel 2006 Bruno Bitti Ricci, fabbro e inventore di Massalombarda, mi mostrò il suo lavoro sulla pedivella allungabile della bicicletta, un progetto ideato "per aiutare tutti a far meno fatica". Con un meccanismo simile a un sistema planetario, Bruno era riuscito a ottenere una leva favorevole allungando la pedivella in avanti e accorciandola dietro, pur mantenendo una pedalata rotonda. In seguito, pensò di poter mettere in serie questo sistema di leve per avvicinarsi progressivamente al moto perpetuo. La sua sfida lo portò alla costruzione di un immenso macchinario che chiamava "il grande ingranaggio" e occupava tutto il volume di una stanza senza finestre, dietro la cucina di casa nella quale andava a lavorare tutte le notti. Quando mi portò a vederlo, era deluso dal fatto di non essere arrivato ancora alla fine della ricerca.
Bruno mi raccontò che si era sposato molto giovane con la meccanica e da allora non aveva avuto altri interessi. Aveva preferito fare il fabbro, rispetto al lavoro in officina che gli aveva proposto il padre, perché voleva partire dalla costruzione del pezzo non dall’assemblaggio di cose già pronte. Diceva che voleva partire dall’inizio. Aveva costruito una macchina per sbucciare le pere, un trapano tascabile, un letto che si dondolava meccanicamente come una culla, per addormentarsi meglio. Saldò anche una piccola incudine, con una cavità, dove mettere le proprie ceneri e nella quale incise oltre al nome anche la scritta "chi sbaglia deve pagare / gli uomini devono dividere la pagnotta". Una volta fu chiamato alla fabbrica della Yoga per riparare un guasto alla linea di imbottigliamento dei succhi di frutta. Dopo aver visionato attentamente il macchinario, lo fece ripartire semplicemente con un colpo di martello. Quando gli chiesero il compenso disse che voleva un milione di lire, «mille per la martellata, il resto per sapere dove darla».
- M. G.

Progetto grafico a cura di Filippo Nostri. Libro, tirato in 100 copie numerate e firmate. La carta dell'impaginato è una Stucco Old Mill da 120 gr., mentre la copertina è stampata su Free Life da 170 gr. Legatura con due punti metallici. In 10 Special edition è contenuta una fotografia firmata.

Marcello Galvani (Massalombarda, 1975) riceve il secondo premio Atlante Italiano 007-Rischio Paesaggio, concorso indetto dal DARC ed esposto al Maxxi di Roma nel 2007; nel 2010 riceve una menzione speciale alla rassegna Pla(T)form 10, tenutasi al Fotomuseum Winterthur (CH), che acquisisce 8 sue fotografie per la collezione permanente. Ha esposto inoltre al Festival FotoGrafia di Roma, alla Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea della Repubblica di San Marino, al MAR di Ravenna, a Linea di Confine e a Fotografia Europea di Reggio Emilia. Nel 2008 la rivista “Around Photography” gli dedica la copertina del n. 14 e nel 2011 appare su "Flash Art" n.290. I suoi lavori sono stati inoltre pubblicati nei cataloghi Lugo Land, Punctum 2008; Magnagallo Est, Linea di Confine 2009; Casi, DocumentaryPlatform 2010; Sembianze, Editrice Quinlan 2011.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 28
IMMAGINI > 14
FORMATO > 24 x 33 cm
PREZZO > 28 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[NASTYNASTY©]
[FIST]
[a cura di Roberto Maggiori]

Gli artisti NASTYNASTY© cercano luoghi d'aggregazione marginali e indagano ambiti amatoriali lontani dai canoni del mainstream più paludato. Sono interessati alle attività ludiche che evolvono in stili di vita coinvolgenti in cui si riconoscono piccole "tribù", uniformate negli usi, costumi, e spesso anche nell'ideologia, funzionale all'hobby condiviso.
"Fist" affronta una palestra popolare maceratese in cui si praticano sport da combattimento e sollevamento pesi. - R. M.

Il libro, in una tiratura di soli 60 esemplari firmati e numerati, è interamente realizzato a mano. Composto da un impaginato, rilegato con due punti metallici, stampato su carta Favini Shiro Eco Bright White da 170 gr. e da una copertina serigrafata su carta Favini Burano Nero Notte da 400 gr. In 5 special edition è presente una fotografia di 20 x 30 cm. firmata.

NASTYNASTY© (Emiliano Biondelli e Valentina Venturi) è un collettivo nato nel 2008 che attraverso diversi media indaga l’impatto della fotografia sulla nostra cultura. L’uso frequente del libro come “spazio” li ha portati a sviluppare progetti editoriali che hanno come scopo la progettazione, realizzazione e promozione del libro d’artista come oggetto d’arte contemporanea. Hanno esposto all’Artists Space (NY), Cleveland Art Museum, Public Library Miami, Corvi e Mora Gallery (London), National Center of Contemporary Art St.Petersburg (RUS), Artist Village Taipei (Taiwan), Berwik Film e Media Arts Festival (UK), A+A (Venezia), Museo Marino Marini (FI).
In questi giorni il loro lavoro è esposto a Torino presso Camera.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2016
PAGINE > 32
IMMAGINI > 24
FORMATO > 15,5 X 21,5 cm
PREZZO > 28 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ANGELO PIETRO DESOLE]
[LA FOTOGRAFIA INDUSTRIALE IN ITALIA 1933-1965]
[Introduzione di Gabriele D'Autilia]

Un saggio sulla fotografia industriale appare un’esigenza ineludibile nel panorama storiografico sulla fotografia italiana che ancora non ha titoli specifici sull’argomento. Una lacuna evidente quanto più si fanno strada le rivendicazioni di uno statuto interdisciplinare per la fotografia, la fotografia industriale è infatti un caso studio esemplare, grazie alle connessioni che intesse tra ideologia, estetica, propaganda, economia e mutamenti sociali. Dinamiche che emergono tra le pagine degli house organ, riviste aziendali nelle quali la fotografia ha giocato un ruolo centrale. Dirette da intellettuali come Sinisgalli o Ungaretti, con contributi di fotografi come Patellani, Stefani, Roiter o Mulas, gli house organ sono stati un fenomeno editoriale importante che riceve finalmente la giusta attenzione. Diverse trasformazioni stilistiche hanno inoltre attraversato questo genere fotografico spesso influenzato dalla cultura visiva dell’epoca, che si manifestava di volta in volta nell’approccio naturalistico della fine dell’Ottocento, nei riferimenti alle avanguardie storiche o nell’orientamento pauperistico e disinvolto del Neorealismo.
L’aspetto innovativo dello studio risiede però nel non proporre come chiave interpretativa l’analisi formale delle immagini, ma nell’affidarsi a un approccio che fa dialogare la fotografia con la storia economica, politica, aziendale e con le arti, l’architettura, la grafica e il design. Un paziente lavoro di ricerca ha permesso a Desole di riportare alla luce una serie di fonti finora ignorate mentre, dal punto di vista iconografico, lo studio si avvale di un lungo lavoro di archivio che ha reso possibile il reperimento di immagini inedite e la riscoperta di autori trascurati, che recuperano il meritato posto nella storiografia del medium fotografico. - R. M.

Angelo Pietro Desole è assegnista di ricerca presso il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università di Padova. Si occupa da anni di fotografia di architettura e paesaggio e di fotografia industriale attraverso numerose campagne fotografiche realizzate in prima persona e attività di ricerca storica.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2015
PAGINE > 212
IMMAGINI > 126
FORMATO > 12 x 18,5 cm
PREZZO > 20 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-02-0
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[LUCA GAMBI]
[UNEXPECTED]

Raffinato fotolibro in una tiratura limitata di 100 copie numerate e firmate dall'autore. Con un testo introduttivo di Roberto Maggiori.

"Questo è il modo con cui finisce questo mondo del cazzo! [...] Non con un boom... ma con un gemito e con un gemito io mi tolgo dalle palle ragazzo." - (il fotografo interpretato da Dennis Hopper in Apocalipse Now)

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2015
PAGINE > 52
IMMAGINI > 40
FORMATO > 22 X 20 cm
PREZZO > 26 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[FEDERICO PACINI]
[SANTA MARIA DELLA SCALA]

Cresciuto in un luogo a forte densità monumentale come Siena e provincia, Pacini posa lo sguardo su ciò che è generalmente trascurato, refrattario alla pervasiva bellezza, talmente abituale e ostentata da diventare vuota retorica. Inquadra prospettive lontane dall'iconografia turistica, dall'immagine/cartolina così inflazionata da disattivare la capacità dello sguardo di elaborare vera conoscenza, di proporre nuove “visioni” che vadano al di la del più stereotipato luogo comune.
Calcando i passi di una tradizione fotografica tutt'ora inesaurita, iniziata da precursori “antieroici” come Atget, nelle fotografie di Pacini la storia (soprattutto quella più eclatante e monumentale) è sempre presente, ma resta sullo sfondo, caratterizza il luogo senza però colmare la percezione e l'immaginario. Il passato glorioso si intravede in secondo piano, mentre nella scena principale recitano il ruolo da protagonisti il presente e il futuro prossimo, capaci di attivare l'attenzione su ciò che ci circonda piuttosto che assopirla con rassicuranti icone predigerite.
I punti di vista fotografati da Pacini, tutt'altro che marmorei, si muovono nell'eterna dialettica tra la storia e la prosaicità del presente, una contrapposizione in grado di dare un senso all'incedere del tempo e alla trasformazione della nostra identità.
- Dall’introduzione di Roberto Maggiori

Federico Pacini (Siena, 1977) ha ricevuto importanti riconoscimenti come la menzione di merito al Premio Hemingway 2014 per il libro Purtroppo ti amo (Quinlan 2013), e il Second place with Honorable Mension IPA 2009 International Photography Awards Lucie Awards (New York, Lincoln Centre) per il libro 00001735.tif. Lo stesso titolo ha ricevuto inoltre il Second place PX3 competiton - Prix de la Photographie Paris, nel 2010. Sue fotografie sono presenti in collezioni pubbliche e private come quelle del Museo Nazionale del Cinema di Torino; Museo di Fotografia Nazionale Alinari, Firenze; Musée de la Photographie, Charleroi; Centro di ricerca e archivio fotografico, CRAF, Lestans; Collezione Banca Monte dei Paschi di Siena.

Copertina su carta Fedrigoni Cylon Zenzero da 350 gr. Tiratura 500 copie.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2015
PAGINE > 64
IMMAGINI > 59
FORMATO > 22x22 cm
PREZZO > 19 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-04-4
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ALLEGRA MARTIN]
[DOUBLE BIND]

In double bind, Allegra Martin si ispira allo studio psicologico del “doppio legame” elaborato da Gregory Bateson, antropologo interessato al cortocircuito che si instaura tra l’intenzione da comunicare, la forma della comunicazione adottata e la ricezione esterna del contenuto.
Con questo lavoro viene ripensata la pratica fotografica, iniziando un percorso a rebours necessario per avvicinarsi all’essenza della comunicazione compromessa da un eccesso di sovrastrutture tecnologiche, storiche, culturali che inquinano lo scambio di informazioni. L’autrice tenta l’azzeramento di queste coercizioni, abbandonando i punti di vista stereotipati, così come la fotocamera di medio formato, per passare a macchine fotografiche che sono poco più di scatole provviste di una rudimentale emulsione. L’autrice cerca la fotografia tendente al grado zero, intesa senza l’ingombrante mediazione dei software e della tecnologia inevitabilmente connotata dal periodo storico che la crea trasformandola in qualcosa d’altro rispetto a uno strumento puro e semplice, qualcosa che non si può pensare perché è già pensata.
Come alcuni autori concettuali, anche Allegra tenta una decostruzione dell’immagine fotografica alla ricerca dell’essenza su cui si fonda la pratica di questo medium, il nocciolo adamantino e quindi anche spigoloso, che non concede nulla al sentimento stucchevole o all’enfasi costruttiva. Non per questo, le fotografie di double bind si fossilizzano su un unico delimitato concetto, come fanno molti artisti “analitici” nelle loro asettiche e preordinate rilevazioni spazio temporali in cui il caso, a volte chiamato in causa, è sostanzialmente sottomesso al progetto già delineato, e il processo conoscitivo viene subordinato alla conferma di qualcosa di già stabilito dalla teoria. La conoscenza che interessa Allegra Martin non è dunque qualcosa percettivamente sotto gli occhi di tutti e facilmente riassumibile in un unico concetto, ma è ciò che resta dopo essere ripartiti dagli elementi fondanti, dopo aver azzerato tutti i pre-concetti.
- Tratto dal testo di Roberto Maggiori

Alcune fotografie di double bind sono state esposte nel dicembre 2014, su invito di Alessandra Dragoni, alla Galleria MyCamera di Ravenna con un testo di presentazione di Roberto Maggiori. Nel settembre 2015, da una selezione delle fotografie esposte, con l'aggiunta di diverse altre e l'adattamento del testo critico è seguita la pubblicazione, stampata in una tiratura di 70 copie numerate e firmate.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2015
PAGINE > 64
IMMAGINI > 34
FORMATO > 15 x 21 cm
PREZZO > 25 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[NASTYNASTY©]
[TURBO VANISH]
[a cura di blisterZine]

“Si può avere di qualsiasi colore purché nera”, così scriveva Henry Ford, nella sua autobiografia pubblicata nel 1922, parlando del ben noto Modello T. Standardizzare drasticamente la fabbricazione per permettere a tutti di poter acquistare un'automobile. D’altra parte si parla di macchina, cioè dell'automobile come della macchina per eccellenza. Perché macchina è, da dizionario, “qualsiasi dispositivo o apparecchio costruito collegando opportunamente due o più elementi in modo che il moto relativo di questi trasmetta o anche amplifichi la forza umana o animale o forze naturali, e capace di compiere operazioni predeterminate con risparmio di fatica o di tempo”. I Tuners sembrano ostinatamente e con successo opporsi a tutto ciò. Personalizzare la propria automobile al punto di renderla quasi inutilizzabile per lo scopo per cui è stata costruita, lavorando su di essa con un estenuante dispendio di fatica e di tempo. Tentativi eroici di opposizione al presente consolidato dell’acquisto, consumo, sfasciacarrozze capitalistico, che trasformano prodotti di serie in oggetti unici. Singolarità. È già arte? Non proprio, ma è ossessione, che produce un’estetica. Il progetto Turbo Vanish punta l’obiettivo su questa estetica, se ne appropria, ne altera i codici con uno scarto di intenzioni e mette in comunicazione due universi lontani kilometri tra di loro, quello dei Tuners e quello dell’arte contemporanea.
- Daniele Torcellini

Turbo Vanish è una coedizione blisterZine / Editrice Quinlan, tirata in 150 esemplari numerati e (solo au questo sito) firmati. La copertina, con bandelle, è 'cromata'.

© blisterZine / EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2015
PAGINE > 100
IMMAGINI > 64
FORMATO > 15 x 21 cm. cm
PREZZO > 28 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[NINO MIGLIORI]
[ZOOFORO IMMAGINATO]

Nel 2006 Nino Migliori fotografa il perimetro esterno del Battistero medievale dell'Antelami, oscurando con un'imponente impalcatura tutta la zona per riprendere le formelle dello Zooforo al solo lume di una candela. Lo scopo non è tanto proporre il noto bestiario in un'ostentata chiave espressionista, quanto immaginare la visione dei contemporanei dell'Antelami che, dopo il tramonto, lo fruivano al lume di una torcia.
Il lavoro dedicato a Parma è inscrivibile nella poetica del fotografo bolognese, da sempre attratto dai muri pubblici, soprattutto se vissuti, consumati, e trasudanti materia. Ancora una volta torna nel lavoro di Migliori l'attenzione alla memoria storica e all'immaginario popolare, attraverso un'osservazione tesa a rilevare e risignificare la realtà attraverso la gestualità - in questo caso l'orientamento di una candela in piena oscurità - una modalità che ricorda altri lavori di Nino come le Ossidazioni, Gli Idrogrammi, i Pirogrammi o, le più recenti, Polapressure e Polaori, tutte superfici in cui Migliori interviene manualmente, oltre che con la sua intelligenza visiva.
Alla contemplazione dello spettatore si sostituisce così l'azione dell'artista, capace di amplificare i segni espressivi che evocano il fascino del Misterioso e del Meraviglioso, temi cari alla cultura medievale che ha generato lo Zooforo.
La luce “perduta” del medioevo, risibile per quantità ma capace di destare un'attenzione oggi inconcepibile - data la pervasiva ipertrofia degli stimoli luminosi ormai ridotti a noiosa consuetudine - è rievocata efficacemente in questo lavoro. Migliori, “disegnando” con il chiaroscuro suggestioni fantastiche, ci trasporta in una dimensione altra, simile a quella sperimentata dai cittadini parmensi che nel 1200 avvicinavano di notte lo Zooforo al lume di una torcia. Un viaggio a ritroso nel tempo, quando il buio e il silenzio suscitavano rispetto, lasciando spazio all'interiorità, all'immaginazione, all'incanto di una luce viva capace di isolare e animare nel profondo la materia. (Dal testo di Roberto Maggiori).

Il libro, con testi di Roberto Maggiori e Piero Orlandi, è interamente stampato in fine art su carta Fedrigoni Tintoretto Gesso con una tiratura di soli 180 esemplari, numerati e firmati.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2015
PAGINE > 52
IMMAGINI > 36
FORMATO > 18,5 X 25 cm
PREZZO > 44 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[LUCA PANARO]
[VISITE BREVI]
[Arte e fotografia in Italia dal 2001 al 2015]

Cento brevi recensioni degli eventi caratterizzanti gli ultimi quindici anni di arte visiva in Italia - ma non solo - tracciano un quadro nitido dello scenario in cui si sviluppa l'arte contemporanea. Artisti, curatori, spazi, e poi tendenze, flussi e riflussi che, riletti con la giusta distanza temporale, evidenziano un percorso fatto di tentativi, più o meno riusciti, riconducibili a logiche dominanti o all'originalità di alcuni outsider.
Da dove veniamo, a che punto siamo e dove andiamo, la risposta in questo caso non è dentro di noi (e non è sbagliata), ma è rintracciabile nel percorso collettivo fatto in questi tre lustri. Quindici anni che, parlando di contemporaneità, sono un'eternità, ma anche la distanza minima per una corretta messa a fuoco di ciò che si è definito arte dopo il Duemila.
Alcune cose oggi già dimenticate e altre consolidate, scorrono, annotate negli anni quasi in forma diaristica, rendendo il quadro delineato da Luca Panaro ancora vivace e in grado di chiarire lo “stato dell'arte”, che non è solo il risultato delle individualità eccezionali divulgate nei manuali storici, ma soprattutto un insieme di influenze culturali, attività pratiche e formalizzazione di necessità che i tempi richiedono.
La testimonianza di Panaro coinvolge così tutta la comunità artistica rilevando gli eventi durante il loro stesso svolgimento, non troverete in queste Visite brevi una prevedibile riflessione a posteriori, ma un racconto in differita sempre calibrato sulla contemporaneità non ancora archiviata come Storia. Panaro registra così lo spirito del tempo, prima che, fisiologicamente, quel grande inventario che è l'arte contemporanea si appresti a girare un'altra pagina. - R. M.

Il libro ha una tiratura di 200 esemplari numerati

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2015
PAGINE > 108
IMMAGINI >
FORMATO > 12x18,5 cm
PREZZO > 18 euro
CODICE ISBN > 978-88-99390-00-6
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ITALO ZANNIER]
[AU JARDIN DE LUXEMBOURG]

Italo Zannier torna dietro la macchina fotografica per offrirci un racconto muto fatto di sole immagini. Un'occasione per riflettere fuori dagli schemi ripetitivi e dall'omologazione patinata di troppa fotografia contemporanea. - R. M.

"Jardin de luxembourg" è la riproduzione di un unicum realizzato a mano da Zannier nel 2014 utilizzando due ricami di Laura Mirè e fotografie di Italo Zannier, Franco Fontana, Paolo Gioli, Guido Guidi, fotocopiate, strappate e assemblate dallo stesso Zannier, assieme a una poesia di Guillaume Apollinaire. Vista l'originalità del progetto, abbiamo realizzato una copia anastatica del prototipo, rilegata a mano, in una tiratura di 60 esemplari numerati e firmati dall'autore.
Insieme al libro è possibile acquistare una fotografia di Zannier, sono disponibili diversi soggetti tirati ognuno in 10 esemplari numerati, firmati e stampati in grandi dimensioni (40x40 cm). Per visualizzare i jpg delle stampe o per vederle dal vivo contattateci, senza impegno, al 339.3684547.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2015
PAGINE > 26 su cartoncino pesante
IMMAGINI > 52
FORMATO > 19,5 x 28 cm
PREZZO > 39 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[PIERFRANCESCO FRILLICI]
[L'ESPERIENZA E IL RISVEGLIO]
[Alfred Stieglitz nella fotografia e nell'arte del suo tempo]

In occasione dei 150 anni dalla nascita di Stieglitz, l'Editrice Quinlan pubblica un inedito punto di vista sul suo lavoro. Pierfrancesco Frillici, di cui abbiamo già edito Sulle strade del reportage L'odissea fotografica di Walker Evans, Robert Frank e Lee Friedlander, firma questo saggio di cui vi anticipiamo un breve abstract:

Fotografo, gallerista, critico, collezionista e moderno mecenate, Alfred Stieglitz è stato una delle personalità più affascinati della prima metà del XX secolo. Le attività culturali da lui ideate sono funzionali a un grande progetto rivoluzionario: la fondazione dell’arte contemporanea in America. Stieglitz ha messo al centro della riflessione e della ricerca l’idea che ogni espressione artistica deve scaturire dall’interazione con l’ambiente e generare un’immagine capace di risvegliare nello spettatore le emozioni più profonde. L’arte di Stieglitz rifiuta le derive formaliste dell’astrattismo allora in voga, per ritornare all’esperienza diretta delle cose, in sintonia con la coeva teoria estetica di John Dewey.
Dalla battaglia per il Pittorialismo alla scoperta della fotografia straight, dalla rivista “Camera Work” al trionfo delle avanguardie parigine a New York, dalla nascita del suo circolo artistico al ciclo fotografico degli Equivalents, fino all’avveniristico progetto della Intimate Gallery, questi i momenti privilegiati per ricostruire l’opera e la poetica di uno dei più importanti artisti del Primo Novecento, ma anche per conoscere una vicenda culturale la cui eredità storica è ancora tutta da ripensare.

Introduzione di Claudio Marra, graphic design Emiliano Biondelli, tiratura 200 copie numerate.

Pier Francesco Frillici vive e lavora a Bologna. È specializzato in Storia della fotografia e dottore di ricerca in Storia dell'arte contemporanea. Dal 2000 a oggi ha svolto attività didattico-scientifica all'Università di Bologna, all'Istituto Europeo di Design di Milano, alle Accademie di Belle Arti di Bergamo, di Bologna e di Rimini e presso altri centri culturali privati. Attualmente è docente a contratto presso la Libera Università delle Arti (L.un.a) di Bologna. Con l'Editrice Quinlan ha pubblicato Sulle strade del reportage. L'odissea fotografica di Walker Evans, Robert Frank e Lee Friedlander, Bologna 2007.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2014
PAGINE > 100
IMMAGINI > 16
FORMATO > 12x18,5 cm
PREZZO > 16 euro
CODICE ISBN > 978-88-906526-8-4
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[PIO TARANTINI]
[FOTOGRAFIA ARABA FENICE]
[Note sparse tra fotografia, cultura e il mestiere di vivere]

Pio Tarantini - fotografo, giornalista, e docente di Fenomenologia degli stili, presso L'Istituto Europeo di Design di Milano - affronta alcuni temi caldi attorno al complesso dibattito tra fotografia, arte e relativo mercato.
Il libro contiene inoltre un lungo scambio di battute con il noto teorico della fotografia Roberto Signorini e la prefazione di Sergio Giusti.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2014
PAGINE > 126
IMMAGINI >
FORMATO > 12x18 cm
PREZZO > 12 euro
CODICE ISBN > 978-88-6922-008-1
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[ANDREA BOSIO E MASSIMILIANO GATTI]
[RESIDUO]
[Collana Spazio &_ TO•pic a cura di Daniele De Luigi]

Piccolo ma raffinato catalogo 'low cost' con una buona qualità di stampa e una grafica ricercata. Un dodicesimo in formato A5, rilegato con due punti metallici, più due cartoline, in una busta che funge da cover.
Una nuova collana dedicata agli autori emergenti, economicamente sostenibile, a un prezzo di copertina simbolico, impreziosita dalla tiratura limitata a sole quaranta copie.
Testo critico di Daniele De Luigi.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2014
PAGINE > 16
IMMAGINI > 12
FORMATO > 15x21 cm
PREZZO > 5 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[ALESSANDRA DRAGONI]
[AT 14]
[Limited edition]

"AT 14" propone una serie di ritratti fotografici di adolescenti, ripresi durante il classico 'Party' che sancisce la fine delle scuole medie. Un periodo delicato e al tempo stesso carico di energia, in quell'età di confine tra la dipendenza dagli adulti e l’autonomia che contraddistinguerà la vita futura.
Il libro contiene un testo critico bilingue, italiano/inglese, di Roberto Maggiori e ha una tiratura di 70 copie, numerate e firmate.

In alcune copie viene offerta la possibilità di acquistare in allegato una stampa fotografica dell'autrice.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2014
PAGINE > 56
IMMAGINI > 34
FORMATO > 18,5 x 25 cm
PREZZO > 24 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > acquista on line

photo

[ANNALISA BRAMBILLA / MICHELA DEPETRIS]
[PLAY]
[Collana Spazio &_ TO•pic a cura di Daniele De Luigi]

Piccolo ma raffinato catalogo 'low cost' con una buona qualità di stampa e una grafica ricercata, realizzata dallo studio Dina&Solomon / graphic design duet. Un dodicesimo in formato A5, rilegato con due punti metallici, più due cartoline, in una busta che funge da cover.
Una nuova collana dedicata agli autori emergenti, economicamente sostenibile, a un prezzo di copertina simbolico, impreziosita dalla tiratura limitata a sole quaranta copie.

Testo critico di Daniele De Luigi.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2014
PAGINE > 16
IMMAGINI > 18
FORMATO > 15x21 cm
PREZZO > 5 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[FERDINANDO ANICHINI ARCHITETTO]
[A cura di Italo Zannier]

Il lavoro di Ferdinando Anichini dai primi anni '60 alla fine dei '90. Dall'iniziale impegno con la prestigiosa rivista "L'Architettura. Cronache e Storia", alle collaborazioni con Aldo Rossi, Bruno Zevi e Gio' Ponti, fino all'incontro con Marcel Breuer. Quarant'anni di attività, attraverso aneddoti, progetti ed edifici di un architetto "silenzioso, elegante e tenace".
Così lo definisce nell'introduzione Italo Zannier, curatore del libro e autore di numerose delle fotografie che riguardano l'opera di Anichini (interni ed esterni realizzati tra gli anni '60 e '70), qui pubblicate per la prima volta.

Il volume, in cartonato con sovracoperta, contiene un testo di Italo Zannier.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 128
IMMAGINI > 174
FORMATO > 25,5x25 cm
PREZZO > 35 euro
CODICE ISBN > 978-88-906526-5-3
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[Nino Migliori]
[IL GIARDINO DEGLI ANGELI]

15 fotografie realizzate all'interno del settore della Certosa di Bologna riservato alle inumazioni dei bambini. Una lettura struggente e allo stesso tempo "gioiosa", nella quale lo sguardo visionario di Migliori e i cromatismi dei giocattoli, degli oggetti cari che hanno accompagnato la breve vita dei bimbi, creano una realtà immaginifica. Queste fotografie ci trasportano in un mondo poetico, carico di energie positive in contrasto con i sentimenti e le emozioni legate al luogo dell’eterno riposo; ma Migliori ci ha abituati a ri-leggere il quotidiano, a considerarlo da angolazioni che ribaltano i comuni canoni del vedere e del sentire

Il libro contiene un testo critico di Marco Vallora ed è composto da 15 vere fotografie di Nino Migliori, stampate da Antonio Manta e rilegate a mano.
Tiratura 48 copie, numerate e firmate - ogni copertina è unica e diversa dalle altre.

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 46
IMMAGINI > 15
FORMATO > 17,5 x 22,3 cm
PREZZO > euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > info@aroundphotography.it

photo

[CESARE BALLARDINI]
[DIECIFOTOGRAFIE]

Libro d'artista contenete dieci fotografie stampate dall'autore in camera oscura su carta baritata. La cartella si sfoglia come un libro, ma le foto non sono rilegate e quindi possono anche essere incorniciate.
Tiratura 5 esemplari.

Cesare Ballardini ha esposto in mostre personali e collettive, tra le quali Iconicittà: una visione sul reale (a cura di L. Ghirri, Ferrara, Padiglione d’Arte Contemporanea, 1979), L’insistenza dello sguardo. Fotografia italiana 1839-1989 (a cura di P. Costantini e I. Zannier, Venezia, Palazzo Fortuny, 1989), Segni di luce. Fotografia italiana contemporanea (a cura di I. Zannier, Ravenna, Manica Lunga, 1994), Linea di Confine. Laboratorio di fotografia 8. Casina/Canossa (Canossa, 1997), 32 Italian Photographers: A Tribute to Phyllis Lambert (Montreal, Canadian Center of Architecture, 1999), In quattro movimenti (Firenze, Limonaia di Villa Strozzi, 2006), Lezioni di paesaggio (Colonia di Renesso, Savignone, 2008), Interlinea (L’Ospitale, Rubiera, 2010), Esposizione d’Arte Internazionale della Biennale di Venezia (Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali, 2011), Dal vero (Lugo, Casa Rossini, 2011); Desert In (Bari, Castello Svevo, 2012); Fin dove può arrivare l'infinito? (Rubiera, L'Ospitale, 2012); TAV Bologna Milano (Roma, Maxxi, 2013).

© EDITRICE QUINLAN

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 24
IMMAGINI > 10
FORMATO > 25x31,5 cm
PREZZO > euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > info@aroundphotography.it 339.3684547

photo

[ITALO ZANNIER]
[CAMERA OSCURA]

talo Zannier cura una nuova collana dedicata alle pubblicazioni dell'Ottocento che si sono occupate di fotografia. In questi fascicoli sono riprodotti, in copia anastatica, importanti e introvabili documenti d'epoca riguardanti la storia della fotografia italiana, in una tiratura di soli 100 esemplari numerati.
In questo fascicolo, è pubblicata la riproduzione del primo numero di "Camera Oscura", la prima rivista di fotografia pubblicata in Italia nel 1863. In allegato anche un "Eclisse lunare stenopeica" di Paolo Gioli, stampata su carta fotografica dal positivo originale di proprietà di Zannier.
Ogni copia contiene un'introduzione di Zannier ed è numerata e firmata dal Professore.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 18
IMMAGINI >
FORMATO > 20,5 x 29,7 cm
PREZZO > 48 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[FEDERICO PACINI]
[PURTROPPO TI AMO]

Federico Pacini indaga il rapporto con la sua città, Siena. Dai fasti del passato alla deriva quotidiana (che è anche la deriva nazionale), stigmatizzata dalle vicende della Banca Monte dei Paschi. Il suo sguardo ci restituisce quel che resta oltre le vestigia monumentali, attraverso un approccio senza enfasi, né finalizzato alla denuncia, e forse proprio per questo profondamente lirico. - R. M.
"Le fotografie di Pacini sono calibrate e discrete nel loro messaggio, non chiassoso né retorico, quasi silenzioso anzi, di un silenzio che sa farsi strada nelle menti"
Elio Grazioli
"E' la qualità dell'attenzione che da importanza al soggetto"
Burk Uzzle

Federico Pacini (1977) ha vinto i seguenti premi internazionali: Second place PX3 competition 2010 - Prix de la Photographie Paris for the book 00001735.tif Second place with Honorable Mension IPA 2009 International Photography Awards Lucie Awards (New York, Lincoln Centre, 19th October 2009) for the Book 00001735.tif. Nel 2014 Purtroppo ti amo si è aggiudicato una delle due segnalazioni al merito, per il miglior fotolibro dell'anno, al prestigioso Premio Hemingway.

Il libro ha la cover in cartonato e contiene i testi critici di Elio Grazioli e Burk Uzzle, nelle versioni italiano/inglese.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 128
IMMAGINI > 114
FORMATO > 28,5x23,5 cm
PREZZO > 32 euro
CODICE ISBN > 978-88-906526-3-9
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[ITALO ZANNIER]
[IL DAGHERROTIPO]

Italo Zannier cura una nuova collana dedicata alle pubblicazioni dell'Ottocento che si sono occupate di fotografia. Zannier, oltre che storico della fotografia di fama internazionale, è un instancabile collezionista di pubblicazioni rare e antiche. In questa collana riprodurremo, in copia anastatica, importanti ed introvabili documenti d'epoca riguardanti la storia della fotografia italiana.
Iniziamo con il primo dagherrotipo riprodotto in litografia nel 1839 dal periodico "Poliorama pittoresco" che spiega in un approfondimento la nuova "meravigliosa" invenzione.
Ogni numero è composto da una introduzione di Zannier, un inserto e alcune pagine riprodotte in copia anastatica. La tiratura è di soli 100 esemplari numerati e firmati.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 12
IMMAGINI >
FORMATO > 20,5x29,7 cm
PREZZO > 48 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > ACQUISTA ON LINE

photo

[CLAUDIA MARINI]
[RITRATTO DI MIO PADRE]

Lo scorcio di paesaggio in copertina è il prologo con cui Claudia Marini introduce un corpus di ritratti fotografici scattati alla comunità di Pejo. Volti di uomini e donne conosciuti dal padre dell’artista che, silenziosamente, si espongono ai nostri occhi raccontandoci una vita trascorsa in quel paesaggio immemore. I racconti sono lasciati all’anima dei volti, alla profondità dei loro sguardi, a tutto ciò che non osa essere detto e che invece affiora nella fisiognomica scolpita dalla vita e dal tempo nelle sfumature di bianco e di nero. Scattati con il banco ottico, tutti i ritratti seguono una nomenclatura visiva ideata dall’artista, una sorta di tipizzazione dell’immagine fotografica tesa a esaltare l’unicità del soggetto grazie a quel differenziale che la ripetizione porta sempre con sé. Se la serialità del primo piano, dell’inquadratura frontale e ravvicinata, dello sfondo nero ricorrente, conferiscono organicità e sintonia all’intero progetto, le piccole differenze incantano lo sguardo e creano una relazione visiva con noi astanti in un gioco visivo tra chi guarda e chi è guardato che dissolve le distanze e i ruoli.
Sul piano della ricerca fotografica emerge una riflessione sociale sul valore del ritratto fotografico nell’epoca di Facebook in cui tutti diventano ritrattisti “fai-da-te”. In questa pratica vernacolare, la costante di pose, comportamenti e inquadrature può essere riassunta in una tassonomia dell’indistinto e dell’indifferenziato, che tende a omologare la rappresentazione dell’identità. Nel lavoro di Claudia Marini invece, il soggetto è posto nella condizione di isolarsi dal mondo circostante, di concentrarsi sulla sua visione interiore per spostarla successivamente, sul mondo esterno, instaurando un rapporto tra l’intensità del suo sguardo e gli sguardi futuri di chi lo contempleranno. In questo modo la fotografia esce dal regno dell’immagine narcisistica per divenire una pratica meditativa di disvelamento, d’incontro e di conoscenza dell’identità umana.

Dal testo in catalogo di Marinella Paderni

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 88
IMMAGINI > 78
FORMATO > 21,5x29 cm
PREZZO > 30 euro
CODICE ISBN > 978-88-906526-1-5
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[NINO MIGLIORI E IL GRUPPO MISA]
[La fotografia come arte]

Un tuffo nella fotografia italiana degli anni '50, in particolar modo del Gruppo Misa (settore giovanile de La Bussola) del quale hanno fatto parte diversi fotografi diventati poi autori apprezzati in ambito internazionale. Fotografie di Nino Migliori, Mario Giacomelli, Giuseppe Cavalli, Ferruccio Ferroni, Piergiorgio Branzi, Silvio Pellegrini, Paolo Bocci, Adriano Malfagna, Bruno Simoncelli, Riccardo Gambelli.

Testi critici di Carlo Emanuele Bugatti, Katiuscia Biondi Giacomelli, Roberto Maggiori.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 48
IMMAGINI > 59 B/N
FORMATO > 22x22 cm
PREZZO > 10 euro
CODICE ISBN > 978-88-9065-26-9-1
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[JACOPO BENASSI]
[MY POSTERS]
[Limited Edition]

Fanzine/Catalogo con 32 immagini fotografiche di Jacopo Benassi e un testo critico di Roberto Maggiori, in una edizione limitata di 100 copie - numerate e firmate.
My Posters, realizzato dall'Editrice Quinlan in collaborazione con Antibtomic, propone ritratti in bianco e nero di personaggi provenienti dal mondo della moda (Valentino, Karl Lagerfeld), dell’arte (Maurizio Cattelan, Urs Luthi, Ando Gilardi, Terry Richardson), del cinema (Asia Argento), dello spettacolo (Moira Orfei, Mago Silvan) o delle rock band (Ben Harper, Willie DeVille, Kim Gordon, Nick Cave).
Jacopo Benassi li coglie in modo diretto e antiretorico, senza nessuna soggezione, con un approccio visivamente irriverente ma simpatico (dall’etimo con-empatia). Un modo di fotografare a metà strada tra la spontaneità istintiva dei paparazzi degli anni Cinquanta e il coinvolgimento esistenziale dei ritrattisti statunitensi attratti da stili di vita borderline; da Jacob Riis a Weegee, da Lisette Model a Diane Arbus, fino all’edonismo contemporaneo di Terry Richardson.
Ma queste elucubrazioni faranno probabilmente cagare Jacopo, autore emotivo piuttosto che meditativo; la partecipazione alle situazioni che gli consentono di ritrarre le persone che incontra è infatti più agita che pensata, orientata fondamentalmente dall’umanità che può trapelare da un ritratto, quando non è ovvio né stucchevole. Tutto qui.
Le icone di Benassi sono in definitiva post-ideologiche e post-edoniste, sono post-ers del XXI secolo.
Dal testo critico di Roberto Maggiori

Jacopo Benassi collabora con le riviste “Rolling Stone”, “GQ”, “Wired”, “Riders”, “11 Freunde”, “Crush Fanzine” e con le agenzie BBDO e 1861 United. Nel 2007 partecipa alla mostra Vade Retro. Arte e Omosessualità, da von Gloeden a Pierre et Gilles, curata da Vittorio Sgarbi ed Eugenio Viola. Nel 2009, 1861 United, pubblica una sua monumentale monografia: The Ecology of Image. My Posters è la sua prima personale, curata da Roberto Maggiori per la quinta edizione di Centrale Fotografia.

In alcune copie del libro è allegata una fotografia di 30x40 cm., firmata e tirata in soli 7 esemplari. Come in tutti i nostri libri d'artista, non sono previste fotografie di un unico soggetto ripetute per tutte le copie, ma diversi soggetti che possono essere scelti fino a esaurimento della tiratura.
Per informazioni sull'acquisto del libro con allegata la fotografia, contattatateci al 339.3684547.


© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 40
IMMAGINI > 32
FORMATO > 21x29 cm
PREZZO > 30 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > Editrice Quinlan > 339.3684547

photo

[GEORGE TATGE]
[THE GARDEN]
[Limited Edition]

Libro d’artista realizzato per l'Editrice Quinlan. Si tratta di un volume composto da vere fotografie, stampate in camera oscura dallo stesso Tatge. Ogni foto è numerata e firmata dall'autore ed è estraibile per essere incorniciata, per poi magari tornare successivamente a far parte della cartella. In tutto sono otto fotografie, stampate su carta baritata Ilford double weight di 28x35,5 cm. Corredano questo libro d'artista un frontespizio, un testo di Paolo Costantini del 1989, dedicato a questo lavoro, e un colophon con le informazioni sui materiali usati. I testi sono stampati a mano al torchio, con caratteri mobili, su carta Hahnemùhle bianca da 300 gr. Il volume ha una tiratura di 19 esemplari più 2 p.d.a.

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 22
IMMAGINI > 8
FORMATO > 28,5x36 cm
PREZZO > 0 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > Editrice Quinlan > 339.3684547

photo

[AA.VV.]
[UNA GEOGRAFIA DELL'ARCHITETTURA]
[L'Emilia Romagna negli anni Duemila]

Catalogo illustrato, curato da Andrea Zanelli, con i progetti architettonici contemporanei più interessanti, realizzati in Emilia Romagna dal Duemila a oggi. A una prima parte dedicata alla presentazione "canonica" degli edifici e degli studi degli architetti, seguono due ampi portfolio, realizzati dai fotografi Francesco Neri e Giulia Ticozzi, che hanno interpretato fotograficamente alcuni degli edifici trattati nel libro.

Testi di Andrea Zanelli, Piero Orlandi, Angelo Varni, Sabrina Freda, Gabriele Buia, Piergiorgio Giannelli, Michele Zanelli e Giovanni Leone.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2013
PAGINE > 112
IMMAGINI > 133
FORMATO > 22 x 22 cm
PREZZO > 23 euro
CODICE ISBN > 9788890652660
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[MARIO CRESCI]
[LA CURA]
[Limited Edition]

Libro d’artista realizzato dall’autore per l'Editrice Quinlan. Si tratta di un volume composto da vere fotografie, stampate dallo stesso Cresci, invece che da immagini tradotte tipograficamente. Ogni foto è firmata dall'autore ed è all'occorrenza estraibile dalla rilegatura per essere incorniciata ed esposta, per poi magari tornare successivamente a far parte del libro. In tutto sono dieci fotografie, stampate su carta Hahnemùhle da 308 gr. in una tiratura di soli 8 esemplari più 2 p.d.a.
Oltre alle fotografie, il volume ospita un testo critico di Roberto Maggiori e un colophon in cui sono elencati il tipo di carta, di stampa e altre informazioni relative alla realizzazione del lavoro.
Testo di presentazione al seguente link: LA CURA

Questo libro d'artista non è in vendita presso le librerie e i bookshop, è reperibile solamente alle fiere cui partecipiamo o per appuntamento presso la nostra sede.

© EDITRICE QUINLAN

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2012
PAGINE > 48
IMMAGINI > 10
FORMATO > 31,5 x 43,5 cm
PREZZO > 0 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > Editrice Quinlan > 339.3684547

photo

[ROBERTO SALBITANI]
[VENEZIA]
[Circumnavigazioni e derive]

Questo volume appare a vent’anni di distanza dall’ormai introvabile Il Viaggio con cui Roberto Salbitani aveva dato corpo alle sue esperienze, appunto, di instancabile viaggiatore.
La Venezia che oggi ci offre in questo inedito fotolibro, è il luogo per eccellenza delle stratificazioni culturali, sublimate simbolicamente in singolari tondi bianconero, visionari ed evocativi al tempo stesso. Un corpus visuale coerente con le suggestioni di cui è pregna la città lagunare e nondimeno distante dal classico immaginario turistico intriso di gondole, vongole e riflessi policromi sull’acqua. Ciò che Salbitani costruisce lentamente con la “logica” del sogno e del ricordo, è una sequenza di emozioni avvolgenti che tentano di restituire la struttura profonda e gli invisibili abissi della città in cui ha risieduto a lungo tra gli anni ’70 e ‘80.
Salbitani riesce, con queste immagini simboliche e visionarie, nel difficile compito di proporre una Venezia originale e mai vista nel pur affollato panorama di illustrazioni fotografiche, quasi sempre estremamente banali, che la riguardano.

Le immagini, suddivise in 12 capitoli, sono accompagnate da due brevi testi dell’autore e sono stampate in una raffinata tricromia realizzata dalle Grafiche dell’Artiere, tra i migliori stampatori al mondo. La carta, inusuale per un libro fotografico, è la pregiata Shiro tree free da 120 gr. Il volume, con traduzione in inglese, è stato stampato in sole 700 copie di cui 40 accompagnate da una fotografia firmata e stampata personalmente dall’autore in camera oscura, su carta baritata, secondo il processo Archival, finalizzato a una lunga conservazione.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2012
PAGINE > 168
IMMAGINI > 68 in tricromia B/N
FORMATO > 31 x 29 cm
PREZZO > 32 euro
CODICE ISBN > 9-788890-652646
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[ITALO ZANNIER]
[STORIA DELLA FOTOGRAFIA ITALIANA]
[Dalle origini agli anni '50]

Un manuale imprescindibile nella biblioteca di ogni fotografo, studioso o appassionato della fotografia italiana in cui trovare notizie irreperibili altrove, anche in un periodo d’informazione diffusa qual’è quello caratterizzante i nostri tempi.
Autori, ormai universalmente noti, sono trattati fianco a fianco con illustri sconosciuti, ottici, chimici, meccanici, ambulanti e quant’altri, di ogni estrazione sociale, abbiano dato il loro importante contribuito allo sviluppo della fotografia nel nostro Paese. Una storia intrisa di personaggi le cui vicende si perdono negli annali e nelle cronache locali, rintracciate spesso in rare e remote pubblicazioni, consultate faticosamente dallo stesso Zannier, capace di costituire negli anni una biblioteca di oltre 12000 volumi fotografici, dai quali estrapolare alla fonte, per poi ricomporre minuziosamente, le storie di cui è stato lo scopritore.
Qualcosa di radicalmente diverso dalla tecnica del “copia e incolla” o della svogliata ricerca su Google, in cui primeggiano le notizie di terza o quarta mano che caratterizzano molta dell’informazione fast food divulgata in questi ultimi anni. - R. M.

Italo Zannier è stato il primo docente universitario di Storia della fotografia in Italia, fin dal 1971. Ha collaborato con diverse riviste e curato i periodici “Fotologia” e “Fotostorica”. Insignito di varie onoreficenze, è membro della Société Européenne d’historie de la photographie e ha ricevuto nel 2004 la laurea honoris causa in Conservazione dei Beni Culturali all’Università di Udine. Ha collaborato a diverse esposizioni internazionali, tra le quali ricordiamo: The Italian metamorphosis, New York, Guggenheim Museum, 1994; L’io e il suo doppio. Cent’anni di ritratto fotografico in Italia, Venezia, Biennale, 1995; Il furore delle immagini Dall’Archivio di Italo Zannier, Venezia, Fondazione Bevilacqua La Masa, 2010. Autore di numerosi saggi e testi critici, con l'Editrice Quinlan ha pubblicato nel 2011 Sembianze. La fotografia tra realtà e apparenza.

Edizione riveduta e corretta, arricchita inoltre dalla prefazione di Michele Smargiassi.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2012
PAGINE > 336
IMMAGINI > 58 in B/N
FORMATO > 14,5 x 21 cm
PREZZO > 23,00 euro
CODICE ISBN > 978-88-906526-2-2
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[MICHELE BUDA]
[ONE DAY IN BERLIN]
[Limited Edition]

Libro fotografico che fa a meno della traduzione tipografica. Si tratta di vere fotografie stampate dall'autore su carta Felix Schoeller matte da 230g, rilegate a mano alla bodoniana, con una copertina in cartoncino tipografico rigido e una tiratura di soli 49 esemplari firmati e numerati.
Al libro è allegato un testo critico di Roberto Maggiori.

Alcune copie sono inoltre disponibili con allegata una fotografia 18x27 cm, stampata su carta baritata con inchiostri B/W MIS Ultratone. Quest'ultima è firmata e numerata in una tiratura di 6 esemplari, pronta per essere incorniciata. Se siete interessati alla versione contenente la foto contattateci allo 051 502784 oppure a info@aroundphotography.it

Inauguriamo questa nuova tipologia di produzione con un autore emergente e attento nella stampa come Michele Buda a breve seguiranno altri importanti artisti, anche storicizzati.
Questa particolare collana non è distribuita in libreria, può esser ordinata nella sezione "Acquista on line" di questo sito o presso le fiere a cui partecipiamo, oppure, direttamente nella nostra sede richiedendo un appuntamento (senza impegno all'acquisto) allo 051 502784.


© EDITRICE QUINLAN

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2012
PAGINE > 12
IMMAGINI > 9
FORMATO > 22x31 cm
PREZZO > 120 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > acquista on line

photo

[GIOVANNI ZAFFAGNINI]
[A CIELO APERTO]
[Nel paesaggio rurale della Bassa Romagna]

Zaffagnini ci mette davanti quel che facciamo finta di non riconoscere: il paesaggio che abbiamo creato, specchio di noi stessi, consumisti e consumatori, turisti superficiali, automobilisti frettolosi.

Giovanni Zaffagnini dalle ricerche etnografiche degli anni settanta è passato successivamente alla fotografia di paesaggio, con particolare attenzione agli spazi urbani e all’ambiente. Nel 1986, su progetto di Gianni Celati, è stato fra i curatori della mostra itinerante e del volume Traversate del deserto (Essegi Editore).
Tra le mostre alle quali ha partecipato come fotografo ricordiamo: L’insistenza dello sguardo, fotografia italiana 1839-1989 (a cura di P. Costantini e I. Zannier, Venezia, Palazzo Fortuny, 1989); La matière, l’ombre, la fiction (a cura di J.C.Lemagny, Paris, Galerie Colbert, 1994); Modena per la fotografia (a cura di W. Guadagnini, Modena, Palazzina dei giardini, 1997); 32 Italian Photographers: A tribute to Phyllis Lambert (Montreal, Canadian Centre for Architecture, 1999); Pensèes Sauvages (Sceaux, La Galerie du Petit Chateau, 2003); Herbolarium (Bari, Castello Svevo, 2004); Architettura in Emilia-Romagna nel secondo Novecento (a cura di M. Lupano e P. Orlandi, Bologna, Galleria d’Arte Moderna, 2005); Un Po di particolari (Blue project, Vila Real de Santo Antonio, Portugal, 2007); Tecla (Bolzano, Galleria Foto-forum, 2008); Sembianze (a cura di R. Maggiori e I. Zannier, Rep. di San Marino, Museo San Francesco, 2011).
Le sue fotografie sono inoltre presenti nelle seguenti collezioni: Bibliothèque Nationale de France, Paris; Canadian Centre for Architecture, Montreal; Galleria Civica, Modena; Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, Bologna; Archivio Italo Zannier, Venezia.

Edizione bilingue italiano/inglese con un testo critico di Piero Orlandi.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2011
PAGINE > 72
IMMAGINI > 50
FORMATO > 21x28 cm cm
PREZZO > 19 euro
CODICE ISBN > 978-88-906526-0-8
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[PAOLO GIOLI]
[NATURÆ]
[A cura di Giacomo Daniele Fragapane]

Una accurata selezione di immagini erotiche realizzate da Paolo Gioli tra la fine degli anni Settanta e i nostri giorni affianca i due densi scritti introduttivi, di Giacomo Daniele Fragapane e Marc Lenot, dedicati a questo tema nodale nella produzione di un autore da molti ormai considerato tra i maggiori fotografi (e filmaker sperimentali) contemporanei. La sezione centrale del libro presenta invece un recente lavoro di Gioli, un ciclo di Polaroid – l’ultimo realizzato dopo la cessazione dell’attività da parte della Polaroid Corporation – ottenute con una grande camera ottica di fabbricazione artigianale, senza otturatore. Le immagini raffigurano una serie di nudi femminili. La superficie sensibile è trattata con diverse tecniche tipiche della produzione del fotografo (pressioni, sfregamenti, tagli, segnature luminescenti, trasferimenti) e poi talvolta coperta nella metà superiore con uno “schermo” di pittura acrilica. Qui la materia pittorica coprente si raggruma a mimare il sesso fotografato nella parte bassa dell’immagine, un gesto paradossale e ambiguo, che sposta e fa riemergere l’oggetto censurato nel luogo stesso della sua rimozione. L’ultima sezione del volume presenta le traduzioni in inglese dei saggi introduttivi e – sempre in versione bilingue – gli apparati critici del libro: biografia, bibliografia e legenda delle immagini, quest’ultima indispensabile per comprendere le peculiari tecniche sperimentate, e in qualche caso inventate, da Gioli.

Paolo Gioli nasce a Sarzano (Rovigo) nel 1942. La sua opera fotografica costituisce un episodio del tutto particolare e sostanzialmente unico nel panorama internazionale, anche per via del profondo lavoro di congiunzione, perseguito nel tempo, tra i processi estetici e teorici della fotografia, del cinema e delle belle arti. Il materiale Polaroid – spesso insieme all’utilizzo della tecnica stenopeica – gioca in tutto ciò un ruolo molto importante. Gioli è infatti probabilmente l’autore che più a lungo e con maggiore intensità ha lavorato ad approfondire le molteplici possibilità espressive del processo inventato da Edwin Land. Tra i suoi lavori storici più importanti vanno almeno ricordati: Nudi telati (1979), Omaggio a Hippolyte Bayard e Cameron Obscura (1981), Omaggio a Nièpce (1983-89), Natura Obscura (1986-87), Autoanatomie (1987), Maschere (1988-90), Sconosciuti (1994), Torsi (1997), Immagini luminescenti (2007).

Edizione bilingue italiano/inglese con testi critici di Giacomo Daniele Fragapane e Marc Lenot.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2011
PAGINE > 128
IMMAGINI > 61 B/N e colore
FORMATO > 21x26 cm
PREZZO > 32 euro
CODICE ISBN > 978-88-903232-9-4
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[ITALO ZANNIER]
[SEMBIANZE]
[La fotografia tra realtà e apparenza]

Zannier si sofferma su autori storicizzati e contemporanei che hanno prodotto immagini esemplari nel rappresentare l’ambiguità della realtà tradotta fotograficamente. Le numerose illustrazioni, di generose dimensioni e ottima qualità di stampa, sono accompagnate da brevi testi che, con tono discorsivo e intento divulgativo, sottolineano come la componente mistificatoria dello strumento fotografico, oggi palesata dalla tecnologia digitale, fosse in verità una parte costitutiva del medium, già presente nella fotografia analogica. Le immagini che iniziano questo “racconto”, partono così dagli esperimenti dei “padri fondatori”: dalla prima storica eliografia realizzata da Niépce nel 1826, al “fantasmatico” dagherrotipo Le Boulevard du Temple di Daguerre; dalla finta istantanea dei Woodcutters di Talbot, all’Autoportrait en noyé del protoperformer Bayard; per continuare a oltranza con numerosi altri esempi succedutesi nei decenni, come le manifeste fotocomposite di Henry Peach Robinson, le Verifiche di Ugo Mulas, i travestimenti di Cindy Sherman, le photoshoppate di Jeff Wall e via discorrendo... - R. M.

Italo Zannier si è impegnato nell’insegnamento universitario dal 1971, ha collaborato con diverse riviste e curato i periodici “Fotologia” e “Fotostorica”. Insignito di varie onoreficenze, è membro della Société Européenne d’historie de la photographie e ha ricevuto nel 2004 la laurea honoris causa in Conservazione dei Beni Culturali all’Università di Udine. Ha collaborato a diverse esposizioni internazionali, tra le quali: Paesaggio mediterraneo, Siviglia, Expo, 1992; The Italian metamorphosis, New York, Guggenheim Museum, 1994; L’io e il suo doppio. Cent’anni di ritratto fotografico in Italia, Venezia, Biennale, 1995; Il furore delle immagini Dall’Archivio di Italo Zannier, Venezia, Fondazione Bevilacqua La Masa, 2010; è inoltre responsabile della sezione fotografica del Padiglione Italia della 54esima Biennale d’Arte di Venezia (2011). Tra i numerosi saggi pubblicati ricordiamo: Storia e tecnica della fotografia (1982); Storia della fotografia italiana (1986); L’occhio della fotografia (1988); Architettura e fotografia (1991); Il sogno della fotografia (2006); Alle origini della fotografia scientifica (2008).

Con un'introduzione di Roberto Maggiori e fotografie di autori come: Joseph Nicéphore Niépce, Jaques Mandé Daguerre, Henry Fox Talbot, Gustave Le Gray, Hippolite Bayard, Oscar Gustav Rejlander, Henry Peach Robinson, Jeff Wall, Olivo Barbieri, Giorgio Barrera, Gianantonio Battistella, Fratelli Alinari, Frances Griffiths, Gianni Berengo Gardin, Roberto Bossaglia, Piergiorgio Branzi, Cesare Colombo, Cuoghi Corsello, Mario Cresci, Mario De Biasi, Franco Fontana, Maurizio Galimberti, Andrea Galvani, Ugo Mulas, Marcello Galvani, Luigi Ghirri, Paolo Gioli, Guido Guidi, Mimmo Jodice, Giorgio Lotti, Federico Maddalozzo, Hiroyuki Masuyama, Nino Migliori, Paolo Monti, Paul Nadar, Carlo Naya, Luca Maria Patella, Pietro Melecchi, Antonio Pauletta, Mario Giacomelli, Roberto Salbitani, Fabio Sandri, Alessandra Spranzi, Pio Tarantini, George Tatge, Davide Tranchina, Paolo Ventura, Hiroshi Sugimoto, Giovanni Zaffagnini, Italo Zannier, Fulvio Roiter, Sam Taylor-Wood, Richard Prince, Cindy Sherman, e alcuni autori anonimi provenienti dalla collezione Zannier.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2011
PAGINE > 136
IMMAGINI > 143 B/N e colore
FORMATO > 21 x 30 cm
PREZZO > 32 euro
CODICE ISBN > 978-88-903232-8-7
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[MARCELLO GALVANI]
[QUESTE SEI FOTOGRAFIE]

"Queste sei fotografie sono state scattate da un operaio del porto di Olbia con la mia Olympus Mju II nei pochi minuti trascorsi da quando, sbarcato dal traghetto, l'ho dimenticata sulla banchina, a quando, con il mio amico, sono tornato per cercarla." - Marcello Galvani -

"These six photographs were taken by a worker in the port of Olbia with my Olympus Mju II, he did the pictures in a few minutes since we left the ferry, I forgot the camera on the docks and we went back to search it with my friend." - Marcello Galvani -

Un lavoro di Marcello Galvani, realizzato da Filippo Nostri in 50 copie, cucite a mano, numerate e firmate.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2010
PAGINE > 16
IMMAGINI > 6
FORMATO > 14x21,2 cm
PREZZO > 20 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > info@aroundphotography.it

photo

[NINO MIGLIORI]
[IL PASSATO È UN MOSAICO DA INCONTRARE]
[Ritorno agli anni Cinquanta]

Tra il 1950 e il 1959 il fotografo bolognese Nino Migliori esplora l’Italia attraverso l’obiettivo della sua macchina fotografica interessato alla realtà sociale finalmente accessibile e registrabile, dopo le censure del Ventennio. L’intento non è di denuncia né la ricerca di “facili” scorci pittoreschi, per l’autore si tratta di un’occasione – l’ennesima – per la sua incessante sperimentazione che lo vede coinvolto nel rinnovamento del linguaggio fotografico per oltre sessanta anni, dal 1948 in poi.
Il nome di Migliori è spesso associato a questa ansia di ricerca e curiosità sugli elementi fondanti della fotografia, curiosità che negli anni lo porterà a sperimentare le astrazioni dell’off camera, la manipolazione delle Polaroid, le sovraimpressioni, i fotomontaggi e quant’altro, senza mai tralasciare completamente la componente figurativa della fotografia che ritorna a intervalli regolari nel suo lavoro.
A prescindere dalla grossolana classificazione delle etichette, la lettura del genere "Neorealista" fatta da Migliori è originale e sui generis. L’incontro con le “genti” del sud, del nord, dell’Emilia e del Delta, offrono all’autore un pretesto per mettere in scena, a ben vedere, alcuni elementi che si riscontreranno pienamente nelle arti visive solo a partire dalla successiva stagione culturale degli anni ’60. Dopo un iniziale e breve approccio formalista al tema, Migliori si fa infatti più sagace fino ad accennare questioni che saranno proprie della Pop Art e soprattutto di certa concettualità analitica, quella che volge contemporaneamente lo sguardo alla realtà ripresa e al linguaggio che la rappresenta.
In questo Migliori sembra più vicino al punto di vista di certi autori nord americani, piuttosto che alla congerie europea che all’epoca dibatteva ancora tra le necessità di un documento formale – lirico diranno alcuni, suggestionati dall’estetica di Benedetto Croce – o didascalicamente giornalistico, sociale e finanche politico. Certo l’approccio di Nino Migliori è stato in questo caso meno rigoroso di quello di un Walker Evans o dei suoi epigoni della Farm Security Administration, ma proprio per questo originale e portatore di una certa sintesi tra le istanze “umaniste” e quelle più algide dello “stile documentario”. (Dal testo di Roberto Maggiori).

Con questa pubblicazione Migliori da alla luce la più ampia rassegna "Neorealista" da lui mai pubblicata, composta in gran parte da immagini inedite. Arricchiscono il volume i testi critici di Roberto Maggiori e Marisa Vescovo in edizione bilingue italiano/inglese.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2010
PAGINE > 264
IMMAGINI > 238 illustrazioni in b/n
FORMATO > 24 x 30 cm
PREZZO > 39 euro
CODICE ISBN > ISBN 978-88-903232-7-0
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[PEGGY IN VENICE]
[PHOTOGRAPHED BY NINO MIGLIORI]

Sul finire degli anni Cinquanta, Peggy Guggenheim si fa ritrarre da Nino Migliori tra le mura domestiche di Palazzo Venier dei Leoni, in quello che, subito dopo la sua morte, sarebbe diventato il Museo Guggenheim di Venezia. Inseguendo la sua vivace curiosità intellettuale, Nino Migliori in quegli anni sosta a lungo nell’ambiente veneziano, frequentando artisti come Emilio Vedova, Tancredi Parmeggiani, Giuseppe Santomaso e occasionalmente anche Peggy Guggenheim, che era il perno attorno al quale gravitava gran parte del movimento astrattista italiano del secondo dopoguerra.
Migliori è tra i pochi che con le sue sperimentazioni off camera della fine degli anni ‘40 potrebbe appieno essere definito un fotografo “espressionista astratto”, capace di raggiungere attraverso la specificità degli elementi fondanti e costitutivi della fotografia un’astrazione davvero pura e dunque vicina alla sensibilità modernista che impregna la collezione del Guggenheim veneziano. Ciò nonostante, nel 1958, arriva di fronte a Peggy passando per la porta schiettamente fotografica della figurazione.
È così che nascono queste raffinate fotografie in bianco e nero che raffigurano Peggy Guggenheim nella sua amata magione veneziana, tra le pareti intime di quegli ambienti a lei quotidiani, con alcuni dei suoi oggetti personali che si stagliano sullo sfondo come frammenti d’esistenza e testimonianza della sua lungimiranza nell’ambito della cultura artistica d’avanguardia. Eccola così presentarsi in queste immagini con degli incredibili “biglietti da visita” che incorniciano la sua figura: dalla testiera del letto, realizzata da Alexander Calder, ai primi dripping di Jackson Pollock – al tempo appena intravisti in Italia – fino ai vari Braque o Brancusi, esposti con invidiabile nonchalance. - R. M.

La pubblicazione contiene un saggio di Roberto Maggiori e interventi di Nino Migliori e Philip Rylands, direttore della Peggy Guggenheim Collection. L’edizione è bilingue: italiano/inglese.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2010
PAGINE > 36
IMMAGINI > 20 illustrazioni in b/n
FORMATO > 24 x 17 cm
PREZZO > 9,90 euro
CODICE ISBN > ISBN 978-88-903232-6-3
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[NINO MIGLIORI]
[NATURE INCONSAPEVOLI]

Dagli anni ’50 ai giorni nostri Nino Migliori è l’autore che più ha indagato le possibilità espressive e linguistiche della fotografia attraverso una sperimentazione incessante e all’avanguardia, allineata alle migliori soluzioni stilistiche e concettuali dell’attiguo campo delle arti visive.
Fotografia canonica e digitale, foro stenopeico, fotogrammi off camera, polaroid, polapressure, polaoro, foto/video installazioni e tutte le derive possibili concesse dall’incontro tra l’ottica e la chimica, sono state utilizzate da Migliori per registrare e manipolare a suo piacimento le impronte visive che hanno caratterizzato tutta la sua incredibile opera. In questa torna ciclicamente, sotto forme e soggetti diversi, il tema della Natura e, nel modus operandi dell’autore, la logica che la sostiene. - R. M.
Nature Inconsapevoli propone un’ampia e attenta selezione di questa particolare produzione di Nino Migliori, dalle opere storiche a quelle più recenti realizzate nel 2009 a Copenhagen e all’interno del Parco Storico di Villa Seghetti Panichi (AP), in cui si è svolta l’omonima mostra che da il titolo a questo raffinato catalogo.

La pubblicazione contiene testi critici di Marisa Vescovo e Roberto Maggiori in edizione bilingue italiano/inglese.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2009
PAGINE > 116
IMMAGINI > 70 illustrazioni a colori e in b/n
FORMATO > 22 x 22 cm
PREZZO > 19 euro
CODICE ISBN > 978-88-903232-5-6
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[A.a.V.v.]
[NONOSTANTE LA VOSTRA CORTESE OSPITALITÀ]
[Fotografia e disagio mentale oggi]

A trent’anni dall’approvazione della Legge 180 sulla chiusura dei manicomi in Italia, questa pubblicazione indaga il rapporto esistente oggi tra fotografia e disagio mentale. Lo fa proponendo le immagini realizzate nel corso del 2008 da tre giovani autori, Simona Ghizzoni, Simone Martinetto e Gaetano Massa, all’interno delle strutture territoriali e con gli utenti del Dipartimento di salute mentale di Bologna. Il lavoro fotografico è accompagnato dalla lettura critica di Claudio Marra e da una “Breve storia della fotografia manicomiale” di Federica Muzzarelli.

Fotografie di Simona Ghizzoni, Simone Martinetto, Gaetano Massa e alcune immagini di autori storicizzati come Guillaume-Benjamin-Armand Duchenne e Gianni Berengo Gardin.
Testi di Claudio Marra, Federica Muzzarelli, Tomaso Mario Bolis.


© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2009
PAGINE > 128
IMMAGINI > 105 illustrazioni, 52 a colori, 53 in b/n
FORMATO > 22 x 22 cm
PREZZO > 19 euro
CODICE ISBN > 978-88-903232-4-9
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[A.a.V.v.]
[VINTAGE]

Fra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta, seguendo itinerari di vita e di ricerca diversi, Mario Cresci e Luigi Ghirri attraversano la Puglia ed entrano in contatto con dei giovani fotografi baresi che, stimolati da questi incontri, intraprendono dei percorsi di ricerca autonomi ed avviano una riflessione collettiva sulla fotografia che culminerà con la mostra Viaggio in Italia. Vintage mette a fuoco questo clima di ricerche individuali e confronti reciproci, proponendo le fotografie che Luigi Ghirri scattò in Puglia all’inizio degli anni Ottanta - di cui alcune pubblicate qui per la prima volta - e le sperimentazioni linguistiche di Mario Cresci assieme alle ricerche sviluppate da Gianni Leone, Beppe Gernone ed Angela Cioce in un decennio di grandi fermenti per la teoria e la pratica fotografica a Bari ed in Italia.

Fotografie di Luigi Ghirri, Mario Cresci, Gianni Leone, Beppe Gernone, Angela Cioce.
Testi di Berardo Celati, Anna D'Elia, Enzo Velati, Paola Ghirri, Mario Cresci, Anna Lovecchio.


© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2008
PAGINE > 96
IMMAGINI > 69 illustrazioni, 49 a colori, 20 in B/N
FORMATO > 20 x 23 cm
PREZZO > 22 euro
CODICE ISBN > 978-88-903232-3-2
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[CLARA CARPANINI]
[VEDERMI ALLA TERZA PERSONA]
[La fotografia di Claude Cahun]

Fotografa, scrittrice, attrice, attivista della Resistenza, Claude Cahun (1894-1954) ha condiviso le sperimentazioni del Surrealismo attraverso una produzione artistica e letteraria tra le più originali del Novecento. Ponendo se stessa e la sua relazione con Suzanne Malherbe al centro di un discorso aperto e stratificato, ha intrapreso un percorso rivoluzionario di auto-rappresentazione al femminile dove arte e vita si saldano indissolubilmente. Performance, citazionismo, travestimento sono le declinazioni principali di questa straordinaria ricerca identitaria, considerata pionieristica rispetto a quella di artiste come Maya Deren e Cindy Sherman.
L’«avventura invisibile» di Claude Cahun torna alla luce soltanto a metà degli anni Ottanta quando comincia una fortunata riscoperta critica a livello internazionale tramite alcune mostre e pubblicazioni.
Questo scritto, che è poi la prima monografia italiana dedicata all’artista, fa il punto sullo stato attuale degli studi e presenta la produzione fotografica in stretto rapporto con gli scritti e con la militanza surrealista abbracciando una prospettiva di genere che riconosce il ruolo fondamentale della compagna Suzanne Malherbe. Il dibattito sulla ricezione contemporanea dell’opera è arricchito dall’analisi di due recentissimi documentari a testimoniare tutta la complessità e il fascino della figura di Claude Cahun.

Clara Carpanini è dottoranda in Storia dell’Arte presso il Dipartimento delle Arti Visive (Università di Bologna) e tutor dell’insegnamento di Storia e Tecnica della Fotografia per il corso di laurea triennale in Culture e Tecniche del Costume e della Moda (Università di Bologna, sede di Rimini). Collabora regolarmente con la rivista “Around Photography”.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2008
PAGINE > 128
IMMAGINI > 16 illustrazioni in B/N
FORMATO > 14,5 x 21 cm
PREZZO > 14,50 euro
CODICE ISBN > 978-88-903232-2-5
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[PIER FRANCESCO FRILLICI]
[SULLE STRADE DEL REPORTAGE]
[L'odissea fotografica di Walker Evans, Robert Frank e Lee Friedlander]

Cosa succede se la fotografia di reportage decide di evadere dai confini della professione giornalistica, per affrancarsi dalle direttive editoriali e diventare finalmente indipendente? E cosa succede se decide di svincolarsi dalle logiche e dalle finalità del mercato per riscattarsi come libera e autentica produzione artistica?
Prendendo in esame il lavoro di tre maestri della fotografia contemporanea come Walker Evans, Robert Frank e Lee Friedlander, il libro tenta di analizzare nuove possibilità per la fotografia di reportage considerata qui in stretta corrispondenza con le poetiche delle arti visive, della letteratura e della musica e al di là dei luoghi comuni promossi dal foto-giornalismo.
Gli autori esaminati, pur appartenendo ad epoche e stagioni culturali differenti, sono animati da un'identica attitudine al viaggio e al reportage fotografico con cui riescono a rinnovare sia i modelli che i linguaggi della tradizione sintonizzandosi di volta in volta sulle frequenze del Dadaismo, del Surrealismo, dell'Informale o del Concettuale analitico.
Dagli anni trenta agli anni settanta, in questi grandi protagonisti della cultura visiva del Novecento, teoria e pratica del reportage acquisiscono la fisionomia di uno splendido itinerario all'interno della ricerca estetica contemporanea.

Pier Francesco Frillici è dottore di ricerca in Storia dell'arte contemporanea. Ha pubblicato Una fatale obiettività, in Aa.Vv., Il battito della fotografia, Clueb, Bologna 2000; On the road. Tassonomie del quotidiano nelle esperienze fotografiche degli anni sessanta e settanta in America, in Aa.Vv., In Viaggio, Editrice Compositori, Bologna 2001. Attualmente è docente a contratto presso la Libera Università delle Arti (L.UN.A) di Bologna. Collabora regolarmente alla rivista “Around Photography”.

© EDITRICE QUINLAN

ARTICOLO FUORI CATALOGO
Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2007
PAGINE > 188
IMMAGINI > 47 illustrazioni in B/N
FORMATO > 14,5 x 21 cm
PREZZO > 14 euro
CODICE ISBN > 978-88-903232-1-8
DISTRIBUTORE > acquista on line

photo

[FEDERICA MUZZARELLI]
[LE ORIGINI CONTEMPORANEE DELLA FOTOGRAFIA]
[Esperienze e prospettive delle pratiche ottocentesche]

Cosa hanno in comune il dagherrotipo e la polaroid, gli Alinari e i coniugi Becher, Marcel Duchamp e Cesare Lombroso, la Contessa di Castiglione e Luigi Ontani? Da queste domande è nata la curiosità di rileggere le vicende della fotografia ottocentesca con uno sguardo a ciò che l’arte avrebbe poi sperimentato a partire dal XX secolo, quando le Avanguardie Storiche sarebbero giunte a sconvolgere inesorabilmente il panorama delle arti visive.
Potremmo scoprire allora che già nell’Ottocento c’era chi aveva attribuito istintivamente alla fotografia il valore di certificazione del sogno e di fuga dall’identità abitudinaria, chi aveva dato vita a delle microperformance da proto-bodyartista, chi aveva esaltato la dimensione estetica e relazionale del viaggio o chi invece aveva praticato gli off-camera resi poi famosi da Man Ray e Moholy-Nagy.

Trovatasi in concorrenza spietata con la pittura da Salon, la fotografia ottocentesca intravede e sperimenta dunque complessi e affascinanti percorsi alternativi, fondando quel patrimonio linguistico che andrà poi a costituire la sua identità concettuale nel Novecento.

Federica Muzzarelli è ricercatore presso il Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna, dove insegna Storia e tecnica della fotografia per il Corso di Laurea in Culture e Tecniche del Costume e della Moda. Tra le pubblicazioni: Formato tessera. Storia, arte e idee in photomatic, Bruno Mondadori, Milano 2003; Dalla tela alla lastra. Origini e sviluppi della fotografia nell’Ottocento, Lo Scarabeo, Bologna 2004; Il corpo e l’azione. Donne e fotografia tra Otto e Novecento, Atlante, Bologna 2007. Collabora con la rivista “Around Photography”.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2007
PAGINE > 128
IMMAGINI > 84 illustrazioni in B/N
FORMATO > 16 x 23 cm
PREZZO > 12 euro
CODICE ISBN > 978-88-903232-0-1
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[OLIVO BARBIERI]
[site specific_SHANGHAI 04]
[The meaning of buidings in China]

site specific __ SHANGAI 04 è un libro d’artista stampato su una carta particolarmente pregiata e in tiratura limitata – cinquecento copie numerate.
Una pubblicazione raffinata ed inedita di uno dei più interessanti fotografi contemporanei e insieme un oggetto da collezione, unico nel suo genere, che ripercorre le tappe che hanno visto Olivo Barbieri fotografare il paesaggio cinese dal 1989 ad oggi. Il libro si sofferma particolarmente e in modo esclusivo sull’ultimo lavoro fotografico dedicato recentemente a Shangai, presentato alla Decima Biennale d'Architettura di Venezia.

Le immagini sono supportate da un testo critico di Francesco Zanot.

Olivo Barbieri, nel 1984 è fra i più giovani ad essere invitati da Luigi Ghirri a partecipare alla celebre esposizione/libro/evento Viaggio in Italia. Dal 1989 compie regolari viaggi in Oriente, in particolare in Cina, studiando fin da tempi non sospetti il mutevole rapporto fra i segni della tradizione e la soverchiante cultura occidentale. Nel 1990 è scelto da Paolo Costantini per inaugurare con Guido Guidi la serie dei progetti di Linea di Confine, cui in seguito aderiscono fra gli altri Michael Schmidt, Lewis Baltz, Stephen Shore e John Gossage. Viene invitato alle Biennali di Venezia del 1993, 1995 e 1997. Nel 1996 il Museum Folkwang di Essen gli dedica un’importante retrospettiva. Dal 1999 delimita il campo di lettura dell’immagine in fase di ripresa con la tecnica del fuoco selettivo. Nel 2003 è invitato a esporre alcune opere in Strangers, prima Triennale di fotografia e video organizzata dall’ICP di New York. Dal 2004 inizia site specific_, ampio progetto di ricognizione fotografica aerea su diverse città di tutto il mondo. Fanno parte di quest’opera tre film, proiettati nell’ambito di alcuni festival cinematografici internazionali, fra cui il Sundance Film Festival 2006.

© EDITRICE QUINLAN

Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2006
PAGINE > 32 a colori, di cui 16 su carta Fedrigoni Pergamenate 4
IMMAGINI > 16
FORMATO > 23 x 30 cm
PREZZO > 19 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > alessandro@libroco.it

photo

[FRANCESCA ALINOVI - CLAUDIO MARRA]
[LA FOTOGRAFIA: ILLUSIONE O RIVELAZIONE?]
[Nuova edizione con un'inedita introduzione di Renato Barilli e una nota aggiornata di Claudio Marra]

Torna dopo venticinque anni, il testo che in Italia ha segnato una svolta nella metodologia di studio della fotografia, posta finalmente in relazione diretta con le arti visive, la letteratura, il cinema, il sistema generale delle idee, ma anche con gli eventi più significativi della cultura materiale. Assumendo quali assi portanti l’illusione e la rivelazione, le due entità con cui la fotografia si è proposta nel corso della storia, il libro ripercorre le tappe salienti che hanno visto questo mezzo protagonista nelle vicende artistiche della contemporaneità: dai primi accesi dibattiti ottocenteschi fino alle coinvolgenti esperienze delle neo-avanguardie negli anni Settanta. Scorrono così in queste pagine i protagonisti di una rivoluzione estetica che ha dialogato con la pittura ma si è anche posta in alternativa al monopolio della tela: da Rejlander a Carroll, dalla Camera a Von Gloeden, da De Mayer a Man Ray, da Beton a Lüthi, da Brassai a Sander, dalla Arbus a Warhol, da Atget a Salomon, da Gilbert & George a Mapplethorpe, da Ontani a Wegman, da Mac Adams a Vaccari, da Patella a Boltanski...

Francesca Alinovi, tragicamente scomparsa nell’estate del 1983, era ricercatrice presso il Dipartimento Arti Visive dell’Università di Bologna. Tra i suoi contributi ricordiamo in particolare L’arte mia, Il Mulino, Bologna 1984; Dada. Anti-arte e post-arte, Firenze 1981; La fotografia in Italia negli anni Trenta, in Aa.Vv. Gli anni Trenta: arte e cultura in Italia, Mazzotta 1981; e i saggi su Piero Manzoni, Fontana e lo Spazialismo, Gallizio e gli anticipi dell’arte ambientale, pubblicati rispettivamente in Aa.Vv., Estetica e società tecnologica, Il Mulino, Bologna 1976 e Aa.Vv., L’arte in Italia nel secondo dopoguerra, Il Mulino, Bologna 1979.

Claudio Marra è attualmente docente di Storia della Fotografia nel corso di laurea DAMS e in quello di Culture e tecniche del costume e della moda, dell’Università di Bologna. Tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo Fotografia e pittura nel Novecento, Bruno Mondadori, Milano 1999; Le idee della fotografia, Bruno Mondadori, Milano 2001; Forse in una fotografia, Clueb, Bologna 2002; Fotografia come arte, in Aa.Vv., Arte contemporanea, Electa, Milano 2003; La realtà che conferma l’ideale, in aa.Vv. Il nudo. Fra ideale e realtà, ArtificioSkira, Firenze 2004; Nelle ombre di un sogno, Bruno Mondadori, Milano 2004.

© EDITRICE QUINLAN

ARTICOLO FUORI CATALOGO
Verifica la disponibilità e il prezzo di quest'articolo nella sezione ACQUISTA ON LINE

[SCHEDA TECNICA]
ANNO DI PUBBLICAZIONE > 2006
PAGINE > 320
IMMAGINI > 39 illustrazioni in b/n
FORMATO > 14,5 x 21 cm
PREZZO > 20 euro
CODICE ISBN >
DISTRIBUTORE > acquista on line